Consiglio comunale,: sì alle Tagesmutter, madri di giorno che consente alla madre di accudire i propri figli e quello altrui nel proprio domicilio.

Il Consiglio comunale, ritenendone necessario un ulteriore approfondimento, rinvia l’approvazione delle modifiche del regolamento comunale sul centro anziani e dice “sì” al servizio “Tagesmutter – madri di giorno”, che consentirà alle stesse di prendersi cura dei bambini altrui in età da asilo nido, presso il proprio domicilio.

In apertura dei lavori, il sindaco, Giancarlo Garozzo, ha presentato il nuovo assessore, Salvatore Piccione, a cui ha conferito le deleghe alla Polizia municipale, alla Mobilità, al Personale. Subito dopo, il Consesso ha approvato una mozione, primo firmatario Salvatore Castagnino, con cui a seguito dell’ultimo atto intimidatorio ai danni di un commerciante, impegna l’amministrazione ad istituire nel prossimo Bilancio di previsione un capitolo finalizzato ad aiutare le imprese vittime del racket delle estorsioni.

L’assessore, Valeria Troia, nell’illustrare il provvedimento delle “ Tagesmutter- madri di giorno” ha parlato di fenomeno in costante crescita e che si sta espandendo anche nella nostra città. “Poiché vogliamo offrire un servizio di elevata qualità – ha detto – il Regolamento, oltre a contenere alcune prescrizioni, deve prevedere l’esecuzione di controlli”.

Il nuovo regolamento è stato migliorato grazie agli emendamenti presentati dai consiglieri, Cetty Vinci, ed Elio Di Lorenzo. Quelli illustrati dalla consigliera, Vinci, mirano a creare una figura qualificata e responsabile rispetto al delicato compito che le Tagesmutter sono chiamate a svolgere. A tal fine, infatti, è prevista la consegna di un attestato di abilitazione, conseguente all’attività formativa. Elio Di Lorenzo, evidenziando il lavoro svolto dalla II commissionem, ha tracciato l’identikit delle Tagersmutter. “ Per diventare Tagesmutter – ha specificato – occorre: appartenere ad una delle associazioni di solidarietà familiare, iscritte all’Albo regionale; essere in possesso della licenza media inferiore; aver frequentato un corso formativo presso Enti qualificati, al termine del quale viene consegnato un attestato abilitante; presentare al Comune un progetto educativo ed un piano tariffario”.

Le Tagersmutter, inoltre, devono disporre di un “nido famiglia”, di norma il proprio domicilio, o di un’abitazione, a qualsiasi titolo detenuta, purché idonea allo svolgimento del servizio. Il “nido” dovrà essere una casa a tutti gli effetti, provvista di cucina, servizi igienici, spazi per il gioco e quelli per fare dormire i bambini. La stessa casa, che dovrà essere dotata di riscaldamenti, potrà ospitare al massimo 5 bambini, compresi i figli della famiglia. Nell’ambito dell’attività, garantita per almeno dieci mesi, ogni giorno, eventualmente anche il sabato, dovranno essere espletate 6 ore. Il Consiglio tornerà a riunirsi domani mattina alle 10, per trattare, tra gli altri punti, il Regolamento sulla sosta ed i parcheggi.

                                                 Lucia Corsale




annunci siracusa - lavoro siracusa - auto siracusa
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on Pinterest