Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Annuncio italiano che vuole dare più rappresentanza alle coppie LGBT – Observer

Idealista, un sito web dedicato al mercato immobiliare, ha lanciato una campagna pubblicitaria ben progettata sulla televisione italiana per celebrare il mese dell’orgoglio LGBT. “Ciao papà “, che è il nome dell’annuncio che è stato pubblicato per la prima volta la scorsa settimana e ha una copertura mediatica significativa.

Oh video Un ragazzo sale le scale e suona il campanello. Quando la porta si apre, appare un padre. Il ragazzo cerca di presentarsi, ma viene subito interrotto dall’uomo, che dice con fermezza e aggressività: Ora, ascolta: prima guida piano. Non inviare messaggi, metti le mani sul volante. Inoltre, torna a casa alle 13:30. Fai da te, altrimenti”. Si potrebbe pensare che il ragazzo porti fuori la sua ragazza per una notte. Ma no: è proprio fidanzato. Il padre interrompe il figlio per salutarlo, tenendo la mano dell’amante e baciandolo mentre scendono le scale. Il padre richiama anche l’attenzione del figlio: perché non prenda freddo. In risposta, i due ragazzi si coprono con una bandiera arcobaleno che simboleggia la lotta per i diritti LGBT.

Lo scopo del sito Web con questa campagna è rappresentare le relazioni tra persone dello stesso sesso. Ad esempio, ha avuto un impatto su un ragazzo che ha raccontato la sua storia a uno dei protagonisti dello spot: quando è tornato a casa e ha trascorso il fine settimana, ha ammesso la sua omosessualità in una conversazione con i suoi genitori. Luogo di partenza, account O spagnolo.

Il mese dell’orgoglio LGBT di quest’anno è caratterizzato dalla controversa recente legge ungherese che vieta la “promozione” dell’omosessualità ai minori di 18 anni. La mossa ha creato tensione tra i paesi europei, con il risultato criticato da diversi Stati membri e dalla Commissione europea. C’è stata anche una lettera di rifiuto attualmente firmata dai 16 paesi dell’Unione europea – il Portogallo non è stato inizialmente firmato a causa del suo “dovere di neutralità”, ma si è già impegnato a firmare.