Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Bombardamenti israeliani uccidono 42 palestinesi a Gaza | Il mondo e la scienza

E i bombardamenti israeliani a Gaza, di domenica, hanno ucciso almeno 42 palestinesi, il maggior numero di vittime in un solo giorno dall’inizio dell’escalation militare, mentre la riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu non ha portato ad alcun progresso.

“Questo sciocco episodio di spargimento di sangue, terrore e distruzione deve cessare immediatamente”, ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres in apertura di una sessione di emergenza del Consiglio di sicurezza. Ha detto che temeva che la violenza avrebbe portato a una “crisi incontrollabile” nella regione.

Tuttavia, questo terzo ipotetico incontro non ha portato ad alcuna proposta. Secondo diversi diplomatici intervistati dall’Agence France-Presse, gli Stati Uniti, che hanno mostrato una posizione che molti dei suoi alleati trovano incomprensibile, si sono rifiutati di rilasciare un comunicato congiunto che consentirebbe una rapida fine degli scontri.

Da domenica mattina, 42 palestinesi, tra cui almeno otto bambini e due medici, sono stati uccisi nei bombardamenti israeliani a Gaza, una baraccopoli di 2 milioni di persone sotto assedio israeliano da quasi 15 anni.

Questo è il numero più alto di morti quotidiane a Gaza dall’inizio del nuovo ciclo di violenza, il 10 maggio. Un totale di 192 palestinesi sono stati uccisi, inclusi 55 bambini, e altri 1.230 sono rimasti feriti, secondo l’ultimo bilancio fornito dalle autorità palestinesi.

In Israele, 10 persone, compreso un bambino, sono state uccise e altre 282 sono rimaste ferite in attacchi missilistici palestinesi da lunedì.

I gruppi armati palestinesi, compreso Hamas, che detiene il potere a Gaza, hanno lanciato più di 3.100 razzi contro Israele dal 10 maggio, secondo l’IDF, che ha confermato che gran parte di loro è stata intercettata.

READ  Roberto Carlos ha 80 anni e difende il vaccino: "La scienza guida le persone" | Fabia Oliveira

A Gaza, il bilancio delle vittime ha continuato a salire mentre i soccorritori hanno lottato per rimuovere i corpi da sotto le macerie, terrorizzando i membri della famiglia.

Decine di feriti sono stati evacuati nel vicino Egitto. Fonti mediche e funzionari hanno detto che tre convogli che trasportavano 263 palestinesi feriti hanno attraversato il valico di Rafah verso la regione egiziana del Sinai per le cure.

Nel frattempo, a Gerusalemme, un’auto si è scontrata con i soldati israeliani che erano di pattuglia nel quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est. L’attacco ha provocato il ferimento di diverse persone, secondo le squadre di soccorso e la polizia israeliana, che hanno affermato di aver “neutralizzato” l’aggressore, senza specificare se è stato ucciso o ferito.

Scene dell’orrore

Abu Anas al-Ashkanani, residente nel quartiere Rimal di Gaza, che è stato preso di mira dagli attacchi, ha detto di aver perso la moglie di sua sorella, quattro figli e nipoti, il maggiore dei quali aveva solo 11 anni.

“Ero nella casa accanto (…) Improvvisamente, verso le 12:00, le 12:15, c’è stato un attacco per strada ed è stato un inferno! (…) Siamo scesi a vederlo, era surreale , abbiamo preso la madre da sotto le macerie con i bambini “.

Raggiungendo un nuovo livello nella sua guerra contro Hamas, l’esercito israeliano ha annunciato su Twitter di aver “attaccato la casa di Yahya Sinwar e di suo fratello terrorista armato” e ha pubblicato un video clip che mostra una residenza distrutta circondata da una nuvola di polvere.

Fonti della sicurezza palestinese hanno confermato l’attacco alla casa di Sinwar, ma al momento il suo destino è sconosciuto.

READ  "Nella battaglia contro il Covid, le forze armate canadesi devono seguire la bandiera", afferma Esper Kallas.
Sabato, un edificio di 13 piani è stato ridotto, poiché gli uffici del canale qatariota Al-Jazeera e dell’Associated Press negli Stati Uniti sono stati ridotti in macerie in un raid richiesto dall’esercito israeliano. Evacua l’edificio.

Secondo l’esercito, la proprietà ospitava i “servizi di intelligence militare” di Hamas accusati di usare i civili come “scudi umani”.

In un’intervista alla CBS, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha giustificato l’attacco, dicendo che era “un obiettivo del tutto legittimo”. Ha garantito la dipendenza dall’intelligence dei servizi di intelligence.

Reporter Senza Frontiere ha avviato una causa dinanzi al Tribunale penale internazionale, domenica, per attacchi ai media, affermando che potrebbero costituire “crimini di guerra”, ha detto ad AFP un portavoce dell’associazione.

Questa nuova escalation del conflitto è scoppiata dopo che Gaza ha lanciato razzi contro Israele “in solidarietà” con centinaia di palestinesi feriti negli scontri con la polizia israeliana nel cortile della moschea a Gerusalemme Est, un settore palestinese occupato da Israele da allora. 1967.

Le rivolte scoppiate nell’Haram, il terzo luogo santo dell’Islam, sono state il culmine di intense tensioni e scontri a Gerusalemme est, principalmente a causa della minaccia di espellere famiglie palestinesi a favore dei coloni ebrei in un quartiere della città santa.

Le ostilità si sono estese alla Cisgiordania, un’altra terra palestinese occupata da Israele dal 1967, dove gli scontri con l’esercito israeliano hanno ucciso 19 palestinesi dal 10 maggio.