Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Faye Dunaway apparirà nel controverso film italiano di Kevin Spacey – attualità

Faye Dunaway apparirà nel film italiano che segna il controverso ritorno al cinema di Kevin Spacey dopo che più di 20 persone l’hanno accusata di violenza sessuale e molestie nel 2017.

Secondo il produttore del progetto, le riprese sono terminate la scorsa settimana e il film sarà pronto a settembre. Il ruolo della leggendaria attrice e vincitrice dell’Oscar si è saputo solo grazie alla presentazione, avvenuta mercoledì al Festival di Cannes, della locandina ufficiale de “L’Uomo che Disegno Dio”. [“The Man Who Drew God” em inglês, “O homem que desenhou Deus”, em tradução literal].

Nonostante il suo ruolo minore, l’attore americano appare in modo più prominente ed è il secondo nome nei titoli di coda dopo Franco Nero, protagonista e regista italiano.

La storia del film ruota attorno a un artista cieco (Nero) che riesce a tirare le persone con la voce ed è ingiustamente accusato di abusi sui minori.

Faye Dunaway interpreta un insegnante di braille che è un vecchio amico e gli ha insegnato a leggere, inizialmente prendendo di mira la moglie di Nero, Vanessa Redgrave, che ha pubblicamente preso le distanze dal progetto dopo aver ricevuto cattive notizie sul suo coinvolgimento.

Secondo il produttore del film, l’attrice e attivista britannica è partita perché, all’età di 84 anni, non voleva più viaggiare.

“L’Uomo Che Disegno Dio” è in vendita a Cannes, e il produttore ha detto a Variety che ci sono molti compratori interessati in tutto il mondo. Nelle sue parole, tutte le polemiche che circondano il coinvolgimento di Kevin Spacey sono state positive per il film.

L’ondata di accuse che ha fermato la straordinaria carriera di Spacey alla fine del 2017 ha coinciso con l’emergere del movimento #MeToo, nato dal caso del potente produttore Harvey Weinstein, accusato da dozzine di donne di violenza sessuale ed è attualmente scontare una pena detentiva. 23 anni di carcere.

READ  Strategie Heineken e Ambif in Coppa Europa e Copa America

Licenziato dalla serie House of Cards, in cui interpretava un politico senza scrupoli, Kevin Spacey è stato tagliato da Tutti i soldi del mondo di Ridley Scott, per essere sostituito da Christopher Plummer.

Finora, l’attore ha evitato accuse penali. Sebbene sia stato formalmente accusato nel gennaio 2019 di violenza sessuale su un adolescente, nel luglio di quell’anno le autorità hanno ritirato le accuse, in un caso che la presunta vittima alla fine si è indebolita, dopo che un telefono cellulare con le presunte prove è scomparso.

Nell’ottobre dello stesso anno, un accordo di riservatezza fece cadere un’altra accusa.

Nonostante la caduta di diverse cause legali negli Stati Uniti, le autorità di Londra stanno ancora indagando sulle accuse mosse sul periodo dal 2004 al 2015 quando era direttore artistico dell’Old Vic Theatre, che sono state energicamente smentite.