Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

La Cina lancia la prima unità della sua futura stazione spaziale | Scienza e salute

La Cina ha detto giovedì di aver lanciato la prima di tre unità per la sua stazione spaziale, un progetto che consentirebbe a Pechino di avere astronauti permanentemente nello spazio.

L’unità era alimentata da un missile Long March 5B dal Wenchang Launch Center sull’isola tropicale di Hainan (sud), secondo una trasmissione pubblica della CCTV.

Un razzo cinese prende il controllo dell’unità centrale della stazione spaziale – Foto: AFP

La China Space Station (CSS) richiederà più di un anno per essere assemblata e sarà effettuata in una decina di missioni successive, comprese quattro missioni con equipaggio. Dovrebbe essere attivo e funzionante entro il 2022.

Opererà in orbita terrestre bassa – ad un’altitudine compresa tra 340 e 450 km – e sarà identica alla vecchia stazione russa “Mir” (1986-2001). La sua vita utile è compresa tra 10 e 15 anni.

Il peso è stimato in oltre 90 tonnellate, tre volte inferiore alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Misurando 16,6 metri di lunghezza e 4,2 metri di diametro, l’unità Tianhe, che formerà la parte centrale del CSS, sarà il luogo in cui vivranno gli astronauti e il centro di controllo della stazione.

Un missile cinese prende il controllo dell’unità centrale della Stazione Spaziale di Tianhe – Foto: AFP

La CSS, il cui nome cinese è Tiangong (“Palazzo celeste”), coesisterà in orbita terrestre con la Stazione Spaziale Internazionale, che dovrebbe rimanere operativa ancora per qualche anno.

L’emittente cinese non ha alcuna professione per diventare un luogo di cooperazione internazionale come la Stazione Spaziale Internazionale, ma la Cina ha annunciato di essere aperta alla cooperazione con l’esterno.

Per decenni, la Cina ha investito miliardi nel suo programma spaziale per raggiungere europei, russi e americani.

Il gigante asiatico ha inviato il suo primo astronauta nello spazio nel 2003.

Una navicella spaziale cinese è atterrata dall’altra parte della luna nel 2019, il che rappresenta un’innovazione globale. L’anno scorso ha portato dei campioni.

Pechino prevede di posizionare un piccolo robot con ruote su Marte a maggio. Inoltre, l’agenzia spaziale cinese ha annunciato la sua intenzione di costruire una base lunare con la Russia.

READ  'Team bum, non è per p... nessuno': Joel Santana fa esplodere la prestazione di Vasco nel debutto in seconda divisione