Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

La fine dell’epidemia è possibile con un costo di circa 50 miliardi di dollari, osserva il Fondo monetario internazionale | Economie

un Fondo monetario internazionale (FMI) Venerdì (21) è stata rilasciata una proposta del valore di $ 50 miliardi per porre fine all’epidemia di Covid-19, vaccinando almeno il 40% della popolazione in tutti i paesi entro la fine del 2021 e almeno il 60% entro la prima metà del 2022.

I funzionari del Fondo monetario internazionale hanno affermato che così facendo si pomperebbe l’equivalente di $ 9 trilioni nell’economia globale entro il 2025 a causa di una ripresa più rapida dell’attività economica.I paesi ricchi saranno probabilmente i maggiori beneficiari.

Il direttore generale del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, ha detto in un vertice sulla salute organizzato dalla Commissione europea e dal Gruppo dei venti Ha senso che le economie ricche aumentino le donazioni per garantire una fine più rapida alla pandemia.

“Le economie avanzate – alle quali è stato chiesto di contribuire maggiormente allo sforzo – vedranno probabilmente il più grande ritorno sugli investimenti pubblici nella storia recente, prendendo il 40% dei guadagni del PIL e quasi $ 1 trilione di entrate fiscali aggiuntive”, ha detto.

L’amministratore delegato dell’FMI, Kristalina Georgieva, nella foto: Reuters

La proposta dell’economista capo del FMI Gita Gopinath e dell’economista Rocher Agarwal amplia gli sforzi già in corso per raggiungere l’acceleratore di strumenti contro il Covid-19 (ACT), da parte delle Nazioni Unite, dell’Organizzazione mondiale della sanità e di altri gruppi.

L’attuazione del piano costerà circa $ 50 miliardi, con $ 35 miliardi pagati attraverso donazioni da paesi ricchi, donatori privati ​​e multilaterali, e i restanti $ 15 miliardi finanziati dai governi nazionali utilizzando fondi a basso interesse o senza interessi. Una delle banche multilaterali di sviluppo.

Gli autori del FMI hanno affermato che i paesi del G20 hanno già riconosciuto la necessità di circa 22 miliardi di dollari di sovvenzioni per affrontare la crisi, lasciando circa 13 miliardi di dollari in sovvenzioni aggiuntive necessarie per raggiungere i 50 miliardi di dollari.

Senza un’azione urgente, hanno aggiunto, molti paesi emergenti e in via di sviluppo potrebbero dover attendere fino alla fine del 2022 o successivamente per tenere sotto controllo l’epidemia.

READ  La Florida facilita la vaccinazione dei turisti e delle persone prive di documenti 30/04/2021