Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

La NASA trova tracce di sali organici su Marte, che potrebbero indicare vita antica - Ipoca Negosios

La NASA trova tracce di sali organici su Marte, che potrebbero indicare vita antica – Ipoca Negosios

“In questo record organico, potrebbe esserci il premio finale: le prove per la vita sul Pianeta Rosso”, ha detto James Lewis, un geochimico del Goddard Space Flight Center della NASA.

Questa volta, non sono l’arguzia e la tenacia dei robot a inviare alla terra notizie giubilanti. Ultimi aggiornamenti da pianeta rosso È venuto da un veterano curiosità di, che ha esplorato il suolo di Marte per quasi un decennio. Una serie di analisi inviate dal rover indicano la possibile presenza di sali organici su Marte.

La limitazione tecnica del robot impedisce la piena conferma della notizia, ma la rivelazione è promettente. E se dimostrato, potrebbe rafforzare sia l’ipotesi di vita microbica sul pianeta nell’antichità, sia l’ipotesi di abitabilità per noi in futuro. Questo perché qui sulla Terra alcuni organismi utilizzano questi elementi, come ossalato e acetato, come forma di energia.

James Lewis, un geochimico di Goddard, ha dichiarato: “Se determiniamo che ci sono sali organici concentrati ovunque sulla superficie di Marte, vorremo andare più in profondità in queste aree e, idealmente, scavare più in profondità sotto la superficie, dove la materia organica può essere meglio conservata”. centro di volo spaziale NASA.

Curiosity raccoglie campioni di terreno e roccia per i composti organici. Questo materiale viene analizzato da una serie di strumenti, tra cui Sample Analysis at Mars (SAM), ei risultati vengono inviati agli scienziati dell’agenzia spaziale.

Tuttavia, i resti nel suolo marziano sono stati degradati da miliardi di anni di radiazioni, il che ha complicato la ricerca. Per rilevare i composti organici, Curiosity riscalda il suolo e analizza i gas rilasciati. È proprio qui che sorge la possibilità.

READ  AMD svela la nuova tecnologia cache 3D che offre il 15% in più di prestazioni di gioco

Quando si riscaldano i sali organici, si producono solo gas semplici, che possono essere prodotti anche da altri componenti che non sono i nostri. “Quando i campioni marziani vengono riscaldati, possono verificarsi molte interazioni tra minerali e materia organica che rendono difficile trarre conclusioni dai nostri esperimenti, quindi il lavoro che facciamo è cercare di risolvere queste interazioni”, ha detto Lewis.

Presto nuove missioni potranno offrire maggiori certezze sulla scoperta. ExoMars, il rover che verrà inviato dall’Agenzia spaziale europea, è in grado di perforare fino a due metri dalla superficie e porta con sé Goddard, uno strumento in grado di analizzare con maggiore precisione i campioni raccolti.

“Stiamo cercando di svelare miliardi di anni di chimica organica”, ha detto Lewis. “In questo record organico potrebbe esserci il premio finale: le prove della vita sul Pianeta Rosso”.

Vuoi scoprire i contenuti esclusivi di Época Negócios? raggiungi, puoi raggiungere copia digitale.

Vuoi ricevere notizie da Época Negócios tramite WhatsApp? Clic nidificare il collegamento, registra il numero nella lista dei contatti e inviaci un messaggio Per annullare basta chiedere. Oppure, se preferisci, scaricalo tramite Telegram. basta fare clic nidificare il collegamento.