Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

“La questione dell’epidemia è molto grave in Brasile”, ha affermato Thierry Frémaux, sindaco di Cannes – 15/07/2021

Il Festival Internazionale del Cinema di Cannes e il suo tappeto rosso sono un’ottima vetrina non solo per i film, ma anche per denunciare governi e politiche arbitrarie. In questa 74a edizione dell’evento, la crisi sanitaria e la distruzione della cultura in Brasile sono state la causa di molte proteste. Ne parlava anche il direttore tecnico della manifestazione, Thierry Frémaux.

Il Festival Internazionale del Cinema di Cannes e il suo tappeto rosso sono un’ottima vetrina non solo per i film, ma anche per denunciare governi e politiche arbitrarie. In questa 74a edizione dell’evento, la crisi sanitaria e la distruzione della cultura in Brasile sono state la causa di molte proteste. Ne parlava anche il direttore tecnico della manifestazione, Thierry Frémaux.

Di Patricia Morebe, inviato speciale a Cannes

In un annuncio privato a RFI Brasile Questo giovedì (15), Frémaux ha annunciato che il festival non adotta mai una posizione politica. “Il Festival di Cannes è un evento globale, che privilegia il cinema e la cultura, in modo che le persone possano parlare tra loro”.

“Ogni paese parla da solo. Invitare Kleber Mendonca Filho a partecipare alla giuria, ad esempio, è un modo per far presente il Brasile a Cannes“È da spiegare.

“Naturalmente, come cittadini, monitoriamo attentamente la situazione in tutti i Paesi. Sappiamo che il clima è un problema importante in Brasile. Abbiamo una sessione dedicata all’ambiente. Sappiamo anche che il problema dell’epidemia è molto serio, “continua Frémaux, responsabile di uno degli eventi più importanti del calendario cinematografico mondiale.

“Per il festival va difeso il cinema, questo cinema che parla del popolo brasiliano, la sua storia. È molto importante sapere che il Festival di Cannes può essere un’eco delle parole degli artisti e per questo siamo anche orgogliosi di aver tenuto il Brasile con noi”, ha concluso Frémaux.

READ  Creato 80 anni fa, Atlântida dipinse un'immagine del Brasile da Chanchadas - 05/06/2021 - illustre

Un giorno prima dell’inizio del festival, in una conferenza stampa, Frémo ha dichiarato che Kleber Mendonca Filho, che ha già partecipato due volte alla competizione ufficiale, è stato “profondamente scosso dall’epidemia che sta devastando il Brasile”. Ha notato che il regista di Pernambuco “ha denunciato il colpo di stato contro Dilma Rousseff sul red carpet di Cannes, all’Aquarius show, nel 2016.

Le proteste di Cannes

Alla prima di “O Marinheiro das Montanhas”, in una sessione privata a Cannes, i manifestanti si sono alzati dal pubblico e hanno aperto uno striscione rosso con i titoli di coda, con la scritta: “Brasile: 530.000 morti. All’estero, gangster del genocidio”. Per il regista Karim Ainouz, “Dobbiamo parlarne, altrimenti saremo soci”, “Il grande progetto di questo governo è la distruzione e l’omicidio”.

Squadra “Medusa”, Anita Rocha Silvera, In concorso alla Settimana dei Registi, ha rubato un po’ di scena sul red carpet la sera del film italiano “Tres Andares” di Nani Moretti, domenica (11), esponendo un piccolo manifesto, rilevando che il numero di i morti hanno superato di oltre mezzo milione il numero delle vittime in Brasile a causa di una malattia per la quale esiste già un vaccino.

allo scopo di Joao Paulo Maria Miranda, il cui film “House of Antiquities” è stato selezionato per l’edizione dell’anno scorso, è stato rinviato e alla fine cancellato, “L’attuale presidente è il nemico fedele del Brasile”.

È stata anche citata la sistematica decostruzione del settore culturale da parte dei registi di Cannes. Yasmine Tenucci, presente al concorso ufficiale di cortometraggi con “Céu de Agosto” ho detto RFI Brasile: “La situazione è terribile, è un completo smantellamento della cultura e del cinema, l’abbandono, insomma, come se la cultura non costituisse la nostra umanità. A quanto pare, al presidente non interessa che, con l’umanità, questa non è una preoccupazione di lui.

READ  Monica Martelli onora Paulo Gustavo in segno di protesta contro Bolsonaro

Carlos Segundo gareggia anche nella categoria pantaloncini con Sideral. Come professore principale di audiovisivo all’UFRN, ha affermato che la distruzione di ciò che è stato costruito in connessione con le università è molto visibile. Rileva che in soli due anni sono stati direttamente colpiti i settori dell’istruzione e della cultura, ovvero aree che “propongono cambiamenti di pensiero e una strategia della conoscenza”.

Quest’anno, il Festival Internazionale del Cinema di Cannes si svolge, eccezionalmente, nel mese di luglio, fino al 17, sabato, quando vengono annunciati i vincitori della Palma d’Oro.