Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

L’Inter pareggia allo stadio del Napoli e resta tranquilla ai vertici del campionato italiano

Mancano solo sette round alla fine Campionato Italiano È quando internazionale Ancora molto tranquillo in cima alla classifica, con 9 punti in più rispetto all’avversario Milano. Questa domenica, però, è meglio di NapoliFuori casa, sono finiti in un pareggio 1 a 1 dopo 11 vittorie consecutive. Il sorteggio è stato comunque considerato buono, in quanto si è svolto contro uno dei pochi forti concorrenti da affrontare in questa fase finale del torneo.

Delle prossime due concorrenti, i duelli più complessi saranno con la Roma, al settimo posto, e la Juventus, attualmente quarta e vicinissima a perdere il dominio del Paese dopo nove titoli consecutivi.

L’Inter prende in sequenza Spezia, Verona, Crotone e Sampdoria, con buone possibilità di preservare e addirittura ampliare il grande vantaggio al limite. Il tecnico Antonio Conte chiede ai suoi giocatori di mantenere la concentrazione ed evitare l’euforia, nonostante la distanza di sicurezza dal Milan.

Dopo 11 vittorie consecutive, l’Inter ha nuovamente sperperato punti. Allo Stadio Diego Armando Maradona di Napoli, ha visto in casa nei primi minuti una squadra entusiasta e il vantaggio di segnare un autogol con Handanovic. Dopo il panico, l’Inter ha dimostrato di non essere leader per niente. La squadra ha riguadagnato il dominio nella partita, ha continuato l’offensiva e ha meritatamente finito per cercare la parità con Eriksen. Ha provato a voltarsi ma non è riuscito.

L’Inter saluta la serie di vittorie consecutive, ma resta sovrana con 75 punti. Ha il Milan 66 contro 64 dell’Atalanta e 62 della Juventus, che chiude l’area di qualificazione alla Champions League. Il Napoli, al quinto posto, sarà oggi in campionato europeo.

READ  Milan-Cagliari del Campionato Italiano: Dove guardare e la formazione

Nell’altra gara di domenica, il Torino non conosceva la Roma, vincendo 3-1 e aprendo cinque punti in zona retrocessione. Gli sconfitti sono settimi, ora a sei punti dall’Europa League.