Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

L’ultima notizia è che le restrizioni sono state estese fino alla fine di aprile


A un anno dall’inizio della crisi sanitaria, l’Italia si trova di nuovo ad affrontare l’epidemia di Covit-19 e ha bisogno di ricostruirsi. Con l’avvicinarsi delle vacanze di Pasqua, le nuove restrizioni verranno estese fino alla fine di aprile. Prendiamo la situazione.

[Mis à jour le 2 avril 2021 à 17h26] Il governo italiano ha deciso di ricostruire parte del paese dal 15 marzo, poiché il paese ha superato 109.000 morti da Covit-19. Le regioni collegate sono Milano (Lombardia), Torino (Beatmond), Venezia (Veneto), Bologna (Emilia-Romagna), Roma (Lazio), Puglia, Regione Autonoma del Trentino e Napoli (Campania) e Basilicata. Per questi 40 milioni di italiani, i viaggi per gli acquisti essenziali e le emergenze sanitarie sono limitati al lavoro.

Per far fronte alla recrudescenza dell’epidemia, TheItalia La vite offre una nuova svolta, soprattutto nel fine settimana di Pasqua. Il Paese ha deciso di estendere il divieto di combattere l’epidemia di Kovit-19 fino al 30 aprile, secondo un ordine firmato dal premier Mario Draghi. Il nuovo decreto rende obbligatoria la vaccinazione per gli operatori sanitari, ma mantiene aperte le scuole primarie e entro la fine di aprile potrebbero essere decise misure flessibili se le condizioni di salute miglioreranno.

Tutte le parti d’Italia saranno classificate come “rosse” o “arancioni” dal 7 al 30 aprile, mentre la classificazione “gialla” consentiva solo ai ristoranti di aprire fino alle 18:00 e di essere altamente mobili. L’intera penisola è caratterizzata dalla zona “rossa” (alto rischio di contagio e massimo controllo) nel fine settimana di Pasqua, che è la festa più popolare della penisola, solitamente occasione di ricongiungimenti familiari.

L’Italia, una delle destinazioni preferite dai francesi in Europa, ha riaperto i suoi confini ai cittadini europei la scorsa estate. Tuttavia, scuole, ristoranti, bar e musei hanno chiuso i battenti a seguito dell’istituzione di nuove carceri in molte regioni italiane.

READ  Euro U21: si qualificano Germania, Spagna, Italia, Olanda | Minori di 21 anni

Le aree che registrano più di 250 nuovi casi ogni 100.000 abitanti alla settimana andranno automaticamente nella “zona rossa” e utilizzeranno le nuove restrizioni: chiusura di scuole, college, scuole superiori e università, nonché bar e ristoranti ad eccezione delle vendite. Il viaggio è limitato agli acquisti per esigenze di lavoro, bisogni primari ed emergenze sanitarie. Grandi regioni del nord (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna), Lazio (area di Roma) e Buglia (tacco dello stivale meridionale) si uniscono così alle parti meridionali della Campania (Napoli), con la Basilicata e il Molise in rosso. Altre parti della penisola sono nella “zona arancione”: le scuole sono aperte, gli spostamenti sono consentiti solo all’interno del suo comune, ma ristoranti e bar sono chiusi o chiusi tranne che per il servizio.

Sono necessarie meno di 48 ore per recarsi in Italia per presentare un risultato negativo di un test molecolare (PCR) o antigenico. I viaggiatori che non sono in grado di presentare questo documento dovranno trascorrere una quindicina di giorni (14 giorni) in Italia (non possono più essere testati all’arrivo in Italia). I lavoratori frontalieri che entrano ed escono dal confine nazionale per lavoro comprovato, salute o necessità urgenti e per comprovate ragioni di lavoro sono esentati dal test e dall’isolamento dei passeggeri se non soggiornano per più di 120 ore.

Dal 31 marzo al 6 aprile (e oltre se il trasloco viene rinnovato), i viaggiatori dell’UE devono rispettare 5 giorni di isolamento, da parte sua, ha ricordato Qui d’Orsay.

L’Italia mantiene l’obbligo di indossare sempre una maschera: in luoghi chiusi accessibili al pubblico, ma in luoghi chiusi diversi dalle abitazioni private, e all’esterno.

READ  Italia: un errore nel sorteggio, "Netflix of Sport", perde la concorrenza degli spettatori

Accesso alle spiagge italiane dall’inizio di giugno. Sulle spiagge private, la maggior parte della penisola, va rispettata la distanza tra i 3 ei 10 metri a seconda della regione tra i ponti ed i parassiti.

I principali aeroporti italiani hanno riaperto le porte ai viaggiatori. A Roma, l’Aeroporto Fiamicino riceve circa 20 voli al giorno. Il secondo aeroporto della capitale, Siampino, ha iniziato il servizio con Ryanair ed EasyJet in particolare. Se vuoi viaggiare nelle isole italiane, sappi che la Sicilia e la Sardegna accettano voli internazionali