Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Membri dell’esercito israeliano hanno allertato i civili prima di distruggere alcuni edifici a Gaza. Capire la tecnica del “colpire il tetto” | Scienziato

Messaggio di testo, chiamata o colpo di pistola Avvertenza: l’esercito israeliano utilizza una tecnologia controversaBussa al soffitto(“Colpire il soffitto” in traduzione libera) in alcuni dei suoi bombardamenti su Gaza per chiedere ai civili di ritirarsi prima di un attacco imminente e proteggersi così da potenziali accuse.

Sabato pomeriggio, Jawad Mahdi, il proprietario di un edificio commerciale che ospita uffici dei media internazionali, ha ricevuto una chiamata da un funzionario israeliano nell’enclave palestinese che è stata assediata da Israele per quasi 15 anni.

I missili israeliani distruggono un edificio a Gaza che ospitava agenzie di stampa

Al telefono, l’ufficiale ha chiesto, in arabo, di evacuare l’edificio entro un’ora. Il proprietario ha cercato di negoziare a lungo termine e la conversazione è continuata. Edificio Tredici piani furono spruzzati, evacuati in preda al panico, un’ora dopo.

L’esercito israeliano che ha inventato “Bussa al soffitto“Il nome della cosa”Hakeesh BajajIn ebraico dal 2009 e adottata dalle forze armate statunitensi in Iraq nel 2016, questa tecnologia di avvertimento – che si estende a chiamate, messaggi o persino alla pubblicazione di opuscoli – è stata introdotta nelle sue comunicazioni di guerra.

Tuttavia, secondo le ONG per i diritti umani, L’avvertimento non assolve le “forze attaccanti” dalla loro responsabilità in relazione al diritto internazionale umanitario.

Sebbene questo sia responsabile del protocollo Ha citato “ragioni morali” per cui l’esercito limita “i danni accidentali ai civili”.Israele intende anche proteggersi da possibili accuse.

Il procuratore della Corte penale internazionale, Fatou Bensouda, ha aperto un’indagine su presunti crimini di guerra nei territori palestinesi, in particolare durante la guerra di Gaza del 2014.

L’ufficio del procuratore militare israeliano è incluso nella stesura di alcuni di questi protocolli di avvertimento.

Muhammad al-Hadidi si chiede perché non abbia ricevuto quella chiamata sabato scorso, quando sua moglie e quattro dei suoi cinque figli sono rimasti uccisi in un attentato israeliano contro un edificio nel campo di Beach dove la famiglia ha trascorso la notte.

“Cosa abbiamo fatto per meritare i bombardamenti senza preavviso e senza che ci fosse chiesto di andarcene?”

L’esercito non ha fornito dati sul numero di strade sui tetti dal 10 maggio, l’inizio dell’escalation militare con Hamas, il movimento al governo di Gaza.

“Abbiamo promosso più di mille attacchi. Quando si tratta di infrastrutture, possiamo usare questa tecnologia, ma non quando si tratta di eliminare i terroristi”, dice il capo dell’aviazione militare.

“L’emissione dell’avvertimento non assolve le forze d’attacco dai loro obblighi nei confronti dei civili ai sensi del diritto internazionale umanitario”, ha detto all’Afp la portavoce del distretto Sarah Hashash.