Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Nadal e Djokovic hanno piste difficili a Roma – sport

Sabato, il cambio principale per il Masters 1000 è stato lanciato a Roma, in Italia, con piste impegnative per Rafael Nadal e Novak Djokovic che probabilmente avrebbero dovuto passare attraverso i tormentatori per raggiungere le finali.

Djokovic, il numero uno del mondo e attuale campione, ha debuttato contro il britannico Daniel Evans, 26 anni, e l’americano Taylor Fritz, 30. Nol ha perso contro Evans a Monte Carlo negli ottavi di finale il mese scorso, vincendo tutte e tre le partite contro Fritz, il ultimo agli Australian Open, dove ha perso, ha sentito un infortunio allo stomaco e si è voltato provocando dichiarazioni controverse da parte del suo avversario.

Djokovic ha il greco Stefanos Tsitsipas come possibile contendente ai quarti di finale. Esordio greco contro il croato Marin Celic o il kazako Alexander Public. Tsitsipas era un eroe a Monaco e un deputato a Barcellona. Dominic Thiem è un possibile avversario dei serbi in semifinale.

Dall’altra parte del cambio, Nadal sta giocando la sua prima partita contro l’italiano Yannick Sener, 18 anni, o il francese Ugo Humbert, 32 anni. Puoi avere il duro norvegese Casper Rudd, 22 anni, negli ottavi – che farà il suo debutto contro il canadese Denis Shapovalov, il favorito 13. Ruud ha giocato la semifinale lo scorso anno al Foro Italico, proveniente dalle semifinali di Montecarlo ed è nella metà campo di Madrid. Nei quarti di finale, Rafa può rivedere il suo boia a Madrid, il tedesco Alexander Zverev, sesto al mondo, Sasha in attesa di qualificarsi, o il francese Adrian Mannarino. La metà di Nadal è contro il russo Daniel Medvedev, che non è un buon tennista sui campi sporchi, o un finalista del 2020, l’argentino Diego Schwartzman, che non vive allo stesso modo i suoi momenti migliori.

READ  Al via il 30 a Taubati la 32a edizione dell'Italian Kerem Festival