Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Non saprai la verità – 29/04/2021 – opinione

Il governo che ha forgiato il suo slogan da un’interpretazione torturata del verso che dice “Conoscerai la verità e la verità ti renderà libero” sembra abbastanza sicuro della sua connessione con la conoscenza, giusto? Ebbene, i fatti testimoniano contro.

Il governo ha iniziato la settimana annunciando la morte del censimento. Pensa che sia una coincidenza che lo stesso governo che soffoca la stampa, insulta i giornalisti, lancia campagne pubbliche contro la Corte Suprema, interrompe i finanziamenti alla scienza e attacca le università, è stato il primo ad avere il coraggio di uccidere il censimento?

No, è più della tipica offensiva del sospetto malevolo. La conoscenza, la scienza e l’informazione sono state considerate nemiche. Il governo e il movimento polsonariano non sono contrari alla conoscenza in generale, tuttavia, hanno solo orrore della conoscenza scientifica, dell’informazione giornalistica e dell’interpretazione approvata della legge (dalla STF, ovviamente), perché proviene da “altri”. I nemici che li circondano e che nella loro immaginazione oppressa controllano la definizione della verità e il modo in cui vi si accede.

Una delle più grandi incognite in questi nuovi tempi, quando siamo immersi in notizie false e narrazioni di trama, in cui tutti i casi che riguardano la conoscenza vengono sfidati dall’estrema destra, è la comprensione del motivo per cui le persone più interattive preferiscono le informazioni rispetto a combattenti e comandanti. Della tua fazione, anche se è ragionevolmente falsa e priva di fondamento, invece di quella garantita a insegnanti, studiosi, giornalisti e pensatori indipendenti?

Le risposte, a mio avviso, sono duplici. 1. Quanto al Polsonariano, nessuno è indipendente: le università, la stampa, le scienze si preoccupano del “comunismo e della globalizzazione” e di tutto ciò che ne è dominato. Anche STF. 2. Non ci sono informazioni neutre o indipendenti, ci si può fidare solo dei leader tribali che condividono le loro convinzioni. Così la politica diventa una setta e la verità è questione di fede e rivelazione.

READ  Courrèges ha aperto il secondo spazio a Parigi