Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Oltre 100 morti dopo la pioggia in Europa; Mancano più di 1.300 persone | Scienziato

Almeno 117 persone sono morte a causa delle piogge cadute nei giorni scorsi in Europa, facendo straripare i fiumi e portando via tutto sul loro cammino.

La tragedia si verifica principalmente in GermaniaDove finora sono stati confermati 103 decessi e 1.300 dispersi Solo nella regione a sud di Colonia, nell’ovest del paese.

Ma la pioggia ha causato anche disagi in Belgio, Sopra olandese, Sopra Francia, Sopra Svizzera in esecuzione Lussemburgo, anche se in misura minore. Ci sono anche 14 morti e 4 dispersi in Belgio.

Le inondazioni in Europa causano la morte e la perdita di più di mille persone

Le inondazioni in Europa causano la morte e la perdita di più di mille persone

Il numero delle vittime può aumentare drasticamente, con segnalazioni di frane e case travolte o crollate a causa della forza dell’acqua venerdì (16).

Le immagini dell’area rilasciate dalle autorità della contea di Colonia mostrano un cratere formato da una massiccia frana causata dall’acqua in eccesso, che ha spazzato via fango e detriti. (vedi foto sopra).

Cosa si sa finora:

  • 113 morti in Germania
  • 14 morti e 4 dispersi in Belgio
  • Le zone più colpite in Germania Questi sono gli stati del Nord Reno-Westfalia e Renania-Palatinato
  • 1.300 persone sono disperse nel distretto di Ahrweiler nel Nord Reno-Westfalia, a circa 40 km a sud di Colonia
  • 114.000 case senza elettricità nei due stati, secondo la più grande società di distribuzione del Paese

Guarda le città più colpite dalla pioggia sulla mappa qui sotto:

Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha chiesto venerdì Un fermo impegno per combattere il cambiamento climatico È stato menzionato Questa è l’unica alternativa per ridurre i fenomeni meteorologici gravi, come le forti piogge che puniscono il Paese.

Forti inondazioni nella Germania occidentale hanno trasformato le strade in fiumi violenti che hanno “spazzato via” auto, sradicato alberi e distrutto o trascinato alcuni edifici.

Intere comunità sono in rovina mentre i fiumi straripano e spazzano via città e paesisoprattutto negli stati tedeschi del Nord Reno-Westfalia e della Renania-Palatinato.

Funzionari tedeschi affermano che 1.300 persone sono considerate “non denunciate” nella regione di Bad Neuenahr-Auller, appena a sud di Colonia.

Non è ancora possibile sapere quante persone hanno problemi di connessione e quante vittime devono ancora essere localizzate (vedi sotto).

“Le case sono state in gran parte distrutte e alcune sono crollate”, hanno detto le autorità locali su un social network a Erfstadt-Blissem. “Molte persone sono disperse”.

Un ponte sul fiume Ahr distrutto dall’energia idraulica a Schuld, in Germania, 15 luglio 2021 – Foto: Michael Probst/AP

infrastruttura danneggiata

Le reti di telefonia mobile sono crollate in alcune delle aree allagate e le persone non sono in grado di raggiungere le famiglie e gli amici scomparsi.

Non meno di 114.000 case senza elettricità Westnetz, il più grande distributore del paese, ha annunciato venerdì negli stati del Nord Reno-Westfalia e della Renania-Palatinato.

Il primo ministro della Renania-Palatinato Malu Drerer ha dichiarato alla televisione tedesca che l’infrastruttura è stata completamente distrutta e che la ricostruzione sarebbe costata molto tempo e denaro. “La sofferenza continua ad aumentare”.

Distruzione causata dall’esondazione del fiume Ahr nel villaggio di Eifel a Szold, nella Germania occidentale. La foto è stata scattata con un drone il 15 luglio 2021. – Foto: Christoph Richwin/DPA via AP

La cancelliera tedesca Angela Merkel è in visita ufficiale negli Stati Uniti. Questo è il suo ultimo viaggio nel paese prima di lasciare l’incarico a settembre.

Per quanto riguarda la pioggia, ha detto la Merkel, giovedì (15), “è una giornata caratterizzata da paura, disperazione e sofferenza”, poiché “piccoli fiumi si sono trasformati in alluvioni e torrenti distruttivi”.

“Offro la mia solidarietà e il mio cuore va alle persone che hanno perso i propri cari. Sono tra queste quelle in Belgio, Lussemburgo e Paesi Bassi”, ha detto il cancelliere, osservando che l’intera portata della tragedia sarebbe stata conosciuta i prossimi giorni.

Case sommerse da un fiume in piena a Erdorf, Germania – Foto: Harald Tittel / DPA via AP

Almeno 30 persone sono morte, hanno detto le autorità della Renania settentrionale-Vestfalia, mentre 28 morti sono state segnalate nello stato meridionale della Renania-Palatinato.

Le case sono crollate e sono state spazzate via nel villaggio di Shold, con molti dispersi e quattro morti accertati.

Altre due persone sono morte nelle cantine allagate vicino a Solingen e Una. Un altro decesso è stato segnalato alla polizia nel comune di Rheinbach.

Un’auto coperta ad Hagen, in Germania, è stata spazzata via dall’alluvione del fiume Nehma il 15 luglio 2021. Le forti piogge hanno trasformato il piccolo fiume in un violento torrente. – Foto: Roberto Pfeil/DPA via AP

I primi soccorritori stanno cercando di evacuare le persone che sono salite sui tetti per proteggersi dalla pioggia e due vigili del fuoco sono morti durante i lavori di soccorso nelle città di Altina e Frödhull.

I servizi di emergenza hanno aperto una linea telefonica per raccogliere informazioni sui dispersi e hanno chiesto ai residenti di inviare video e foto che potessero aiutare nella loro ricerca.

Le autorità locali hanno anche chiesto alle persone colpite di rimanere nelle loro case e, se possibile, ai piani superiori dei loro edifici.

A Wuppertal, le autorità hanno avvertito che la diga minacciava di esplodere.

Nel distretto di Rhein Seig, a sud di Colonia, la polizia ha ordinato l’evacuazione di diversi villaggi sotto il bacino idrico di Steinbachtal, nel timore che anche la diga possa essere violata.

Relitto del fiume a Verviers, Belgio – Foto: Yves Hermann/Reuters

In Belgio, le persistenti piogge notturne hanno esacerbato le inondazioni nell’est del paese, dove sono state uccise nove persone, secondo i media locali.

Le principali autostrade nelle parti meridionali e orientali del paese sono state inondate e la compagnia ferroviaria ha affermato che tutti i treni si erano fermati.

A Liegi, città di 200.000 abitanti, il fiume Mosa è straripato e il sindaco ha chiesto agli abitanti delle vicinanze di rifugiarsi in luoghi più alti.

Alcune città hanno visto i fiumi salire ad altezze senza precedenti e le strade si sono trasformate in fiumi.

Circa 10 case sono crollate a Pepinster dopo che la città è stata inondata dal fiume Visderry. I residenti di più di mille case sono stati evacuati.

Un negoziante osserva un’inondazione creare un “fiume” sulla strada principale nel centro di Spa, in Belgio, 14 luglio 2021 – Foto: Valentin Bianchi/AP

Auto danneggiate in una strada allagata a Maire, provincia di Liegi, Belgio, il 14 luglio 2021 – Foto: Valentin Bianchi/AP

In Olanda e Francia…

Nel sud dei Paesi Bassi, vicino ai confini con Germania e Belgio, le autorità della città di Valkenburg hanno evacuato durante la notte una casa di cura e una casa di cura.

I torrenti hanno anche trasformato in fiume la via principale della città turistica.

Il governo olandese ha inviato mercoledì notte circa 70 soldati nella provincia del Limburgo (14). Finora non ci sono segnalazioni di feriti o decessi causati dalle inondazioni nei Paesi Bassi.

Questa settimana, piogge eccezionalmente intense hanno inondato anche parte del nord-est della Francia, tagliando alberi e chiudendo dozzine di strade.

Una linea ferroviaria per il Lussemburgo è stata interrotta e i vigili del fuoco hanno evacuato dozzine di persone dalle loro case vicino al confine tedesco con il Lussemburgo e nella regione della Marna.

Secondo il servizio meteorologico nazionale francese, in alcune zone negli ultimi due giorni sono caduti due mesi di pioggia.

Il Servizio meteorologico francese prevede altre piogge questo giovedì (15) e ha emesso avvisi di inondazioni per 10 regioni.