Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Orsi salvati dopo 17 anni di reclusione in un seminterrato in Vietnam | Scienziato

Foto: Quattro zampe / Real Press

Una coppia salvata da un orso dopo aver trascorso 17 anni intrappolata in un seminterrato nella completa oscurità

Due orsi neri asiatici sono stati salvati da una “fattoria gialla” illegale in Vietnam. Dopo aver vissuto per 17 anni in scantinati completamente bui, gli è stata data una nuova casa in un santuario.

La coppia di orsi Xuan e Mu, rispettivamente maschio e femmina, viveva nella completa oscurità. Era l’unica luce a cui avevano accesso artificialmente e si accendeva solo quando gli animali dovevano sottoporsi a dolorose procedure per estrarre la bile, rimuovendola per l’uso nella medicina tradizionale asiatica e nei prodotti di bellezza.

Chuan è stato crudelmente tenuto in una piccola gabbia nel seminterrato di un negozio di abbigliamento a Son La, nel nord del Vietnam, dal 2004 quando era solo un cucciolo. Non si sa esattamente per quanto tempo Mo sia rimasta con lui, ma si ritiene che abbia vissuto lì per molti anni.

La beneficenza per gli animali Four Paws ha salvato gli animali maltrattati a marzo. Il personale dell’organizzazione ha affermato di non aver mai visto una situazione di vita peggiore prima.

Xuan Wu Mo è stato portato al santuario degli orsi a Ninh Binh
Foto: Quattro zampe / Real Press

Xuan Wu Mo è stato portato al santuario degli orsi a Ninh Binh

Anche se gli orsi sono stati salvati dall’ambiente orribile nel loro seminterrato, i due hanno ancora una lunga strada per riprendersi poiché subiscono torture psicologiche e fisiche da anni di buchi ricorrenti nella loro cistifellea.

Usato da bile de urso

Gli orsi neri asiatici sono elencati come minacciati nella Lista rossa delle specie minacciate dell’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN), ma Four Paws ha affermato che 372 orsi in Vietnam stanno ancora soffrendo in condizioni difficili negli allevamenti di orsi o in fattorie private.

READ  La Francia inizia ad allentare le misure restrittive dopo il terzo blocco e riprende le lezioni faccia a faccia | Scienziato

La bile d’orso è un ingrediente prezioso utilizzato in medicina e il liquido viene estratto dalla cistifellea e utilizzato dai cacciatori dopo la morte.

Ma negli anni ’80, gli agricoltori hanno iniziato a estrarre la bile dagli orsi vivi, che erano spesso tenuti in piccole “gabbie per schiacciare” o in giacche metalliche simili a giubbotti. I metodi di estrazione della bile includono la perforazione ripetuta della cistifellea con sonde, il collegamento di un catetere permanente o la creazione di un foro permanente o “fistola” da cui la bile può defluire. Le procedure possono essere molto dolorose se eseguite senza anestesia e possono causare sofferenze o infezioni prolungate se il catetere o la fistola non vengono trattati.

La pratica è illegale in Vietnam dal 1992, ma è ancora legale in Cina, dove la bile d’orso è stata raccomandata come trattamento per Covid-19 all’inizio della pandemia globale. La bile d’orso viene utilizzata nei cosmetici e nella medicina tradizionale per combattere la febbre, eliminare tossine, infiammazioni, gonfiori e alleviare il dolore grazie ai suoi effetti terapeutici positivi.

Ma l’acido ursodesossicolico (UDCA) nella bile è stato sostituito da alternative a base di erbe e sintetiche dagli anni ’50, invece di sottoporre gli orsi a una “vita di dolore” prima che morissero nelle fattorie.

Dal 2006, in Vietnam è vietato dalla legge cacciare, trasportare, catturare, possedere, uccidere, vendere o pubblicizzare orsi, sebbene non sia vietato possedere un orso registrato di cui si era proprietari prima del 2005.