Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Sydney entra in lockdown di due settimane contro il Covid-19 | Scienziato

Sydney, la città più grande del Australia, la chiusura di due settimane è iniziata questa domenica (27), a causa dell’aumento dei casi di variante delta del coronavirus. Ci sono già 110 persone infette nell’area, mentre l’epidemia nella città settentrionale di Darwin ha portato all’ordine ai residenti di rimanere a casa per due giorni.

Gladys Berejiklian, ministro del Nuovo Galles del Sud, ha dichiarato in una conferenza stampa a Sydney che il governo si aspetta un aumento del numero di casi di Covid-19 nei prossimi giorni.

L’Australia ha avuto più successo nella gestione della pandemia rispetto a molte altre economie avanzate. Dall’inizio della pandemia, il Paese ha poco più di 30.450 casi e 910 decessi per Covid-19. Il governo ha stabilito la chiusura delle frontiere e le regole di distanziamento sociale mentre i residenti si impegnano a combattere la malattia.

Ma negli ultimi mesi il Paese ha dovuto affrontare un numero crescente di piccoli focolai. Finora sono stati contenuti attraverso una rapida tracciabilità dei contatti, l’isolamento di migliaia di persone contemporaneamente o rigidi blocchi.

Domenica, Sydney ha segnalato trenta nuove infezioni, portando a 110 il numero di casi di divergenza delta legati a un cluster nel quartiere di Bondi. Altri due casi sono sotto inchiesta.

Infezione variabile delta

Video: ciò che si sa della nuova variante indiana è stato confermato in Brasile

Video: ciò che si sa della nuova variante indiana è stato confermato in Brasile

I traccianti dei contatti hanno contattato i passeggeri delle compagnie aeree dopo che è stata scoperta un’infezione da hostess su diversi voli di attraversamento a Sydney.

Il Queensland ha segnalato due casi di COVID-19 a livello locale. Le autorità hanno affermato che entrambe le infezioni erano alfa, rilevata per la prima volta nel Regno Unito nel settembre 2020.

La regione settentrionale, sede di alcune delle antiche culture aborigene più famose dell’Australia e di un solido settore minerario, ha visto il suo primo caso di coronavirus in mesi sabato (26), con quattro infezioni acquisite localmente non correlate all’epidemia di Sydney.

L’infezione di tipo delta è iniziata con un lavoratore in una miniera d’oro di proprietà di Newmont Corp, che ora è stata bandita.

Poiché le autorità non sono state in grado di rintracciare tutti i contatti stretti dei minatori, è stato imposto un blocco immediato di 48 ore a Darwin e ad alcune aree circostanti.

“Preferirei essere dispiaciuto di essere andato troppo duro e troppo presto piuttosto che rallentare e rischiare tutto”, ha detto il primo ministro Michael Gunner in una conferenza stampa.

L’Australia occidentale ha riportato un caso comunitario che le autorità statali sospettavano essere del tipo delta.