Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Un video clip mostra il crollo di un balcone con più di 15 persone a Malibu

Il video clip mostra il momento esatto in cui crolla un balcone su una proprietà sul mare con circa 15 persone. L’incidente è avvenuto a Malibu Beach a Los Angeles, USA.

Secondo il sito di notizie, 12 persone sono rimaste ferite dopo l’incidente, mentre due sono rimaste gravemente ferite e sono ancora in ospedale. L’incidente è avvenuto sabato (8).

Durante i video, è possibile vedere che alcune persone sono riuscite a tenersi al parapetto del balcone vicino a dove è caduto il balcone.

Le informazioni dal portale “New York Post” mostrano che le persone sulla veranda crollata stavano festeggiando il loro compleanno.

Il sito è stato affittato a sole sei persone, ha detto il proprietario della proprietà per la pubblicazione. Ma durante la celebrazione c’erano 30 persone nell’appartamento. Il proprietario ha anche riferito che la casa è stata vandalizzata.

Covid: vaccinazione in Brasile

Finora, il Paese ha utilizzato solo tre diversi vaccini nella campagna di vaccinazione contro Covid (Koronavac, AstraZeneca e Pfizer), che è stata lanciata, il 18 gennaio, da gruppi prioritari come anziani, forze di sicurezza e soccorso e persone con comorbidità. . Questi vaccini richiedono l’applicazione di due dosi di immunizzazione e non esiste alcuna ricerca che, al momento, abbia ampiamente testato l’efficacia o la sicurezza durante la somministrazione di due diverse immunizzazioni. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che sia necessario vaccinare dal 60% al 70% della popolazione per fermare la diffusione del virus. I vaccini utilizzati in Brasile hanno proprietà specifiche, ma sono sia efficaci che sicuri contro il Coronavirus. Coronavac è costituito dall’intero virus, solo inattivato (“morto”). Il vaccino contiene tutte le proteine ​​del virus, non solo la proteina S, che utilizza per infettare le nostre cellule. Con questo, l’organismo che riceve il vaccino con il virus – già inattivato – inizia a produrre gli anticorpi necessari per combattere la malattia. L’efficacia di Coronavac nei casi sintomatici è del 50,7% e può raggiungere il 62,3% se c’è un intervallo di oltre 21 giorni tra due dosi di vaccino. Astrazenca, invece, è prodotta dall’Università di Oxford nel Regno Unito e utilizza un altro virus (adenovirus) per trasferire parte del materiale genetico del Coronavirus all’organismo. Questo adenovirus contiene le istruzioni per produrre una proprietà proteica del Coronavirus nota come picco. Entrando nelle cellule, l’adenovirus fa sì che questa proteina inizi la produzione e la visualizzazione sulla sua superficie, che il sistema immunitario rileva, creando modi per combattere il coronavirus e creando una risposta protettiva contro l’infezione. È efficace al 76% contro le condizioni sintomatiche. Il vaccino Pfizer utilizza il materiale genetico per il virus Corona (RNA), che darà istruzioni alla cellula per produrre la proteina per il virus S. A differenza di altri tipi, un altro virus non trasporta questo materiale genetico, ma da altri tipi di portatori, che possono essere “sacchi di grasso”, Liposomi. E l’immunità creata da sequenze di RNA ripetute rende il processo più economico e veloce. Pfizer può essere applicato a persone di età superiore ai 16 anni e gli studi di Fase III hanno mostrato un’efficacia complessiva del 95% nella popolazione.

READ  Nel suo primo viaggio internazionale da presidente, Biden arriva in Europa e parla del "ritorno degli Stati Uniti" | Scienziato

Covid: vedi i sintomi più comuni

È possibile avere la malattia ed essere asintomatici, ma ci sono anche diversi sintomi segnalati tra le persone infettate dal Coronavirus. Secondo il Ministero della Salute, i casi più comuni nei casi lievi sono tosse, mal di gola e naso che cola, se questo è seguito da perdita dell’olfatto (perdita dell’olfatto), invecchiamento (perdita del gusto), diarrea, addominale dolore, febbre, brividi, dolore muscolare, affaticamento e / o mal di testa. Nei casi moderati della malattia, la tosse e la febbre possono persistere e compaiono sintomi come prostrazione, diminuzione dell’appetito e polmonite. Nei casi più gravi, secondo il Ministero della Salute, si segnalano disturbi respiratori o pressione toracica persistente, oltre a saturazione di ossigeno inferiore al 95% nell’aria ambiente e colorazione blu delle labbra o del viso.

Morti di Covid

Al 10 maggio, più di 422.000 persone in Brasile sono morte a causa del Covid-19 dall’inizio della pandemia. San Paolo è in cima alla classifica degli stati con il maggior numero di morti a causa del virus Corona, seguita da Rio de Janeiro e Minas Gerais. Le unità sindacali con il minor numero di morti sono Roraima, Amapa e Acre. Dato il numero di record in 24 ore, il record di morti in un giorno in Brasile è stato di 4.249 morti, l’8 aprile. Minas Gerais, che ha registrato 508 morti in 24 ore, era il 7 aprile. La prima morte per il nuovo coronavirus in Brasile, secondo il ministero della Salute, è avvenuta il 12 marzo 2020: una donna di 57 anni è morta in un ospedale di San Paolo. In tutto il mondo, la prima morte (di un uomo di 61 anni) è stata ufficialmente registrata il 9 gennaio 2020 a Wuhan, in Cina.

READ  Gli aerei si scontrano in aria e il pilota effettua un atterraggio sicuro senza un pezzo dell'aereo

Prevenzione del coronavirus

Mantenere una distanza sociale, evitare la folla e indossare correttamente una maschera di qualità quando è necessario uscire di casa sono modi efficaci per prevenire il Coronavirus. Un’altra preoccupazione primaria, secondo l’OMS, è il lavaggio frequente delle mani, utilizzando acqua e sapone o alcol gel; Evita di toccare gli occhi, il naso o la bocca; Coprire il naso e la bocca con un braccio o un fazzoletto piegato quando si tossisce o si starnutisce. Il Ministero della Salute sottolinea la necessità di mantenere la pulizia e la sterilizzazione di ambienti e cose, come giocattoli e telefoni cellulari, e di isolare casi sospetti e accertati. La vaccinazione è anche una forma di prevenzione di qualsiasi malattia, ma non è ancora noto per quanto tempo ogni vaccino contro il coronavirus proteggerà tutti dall’infezione. Inoltre, anche se vaccinato, ogni cittadino può diventare un fattore che trasmette il virus. Per questo, per ora, tutte le misure di prevenzione rimangono in vigore anche per chi è già stato vaccinato.

In tempi di disinformazione ed epidemie, il giornale Tempo Promuove l’impegno per il giornalismo professionale e di qualità nel Minas Gerais. La nostra redazione produce ogni giorno informazioni responsabili e affidabili. Continua a sostenerci. Il tempo è caduto.