Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Volkswagen ha provato a comprare l’Alfa Romeo due volte e la Fiat Chrysler ha rifiutato

Vi siete mai chiesti come sarebbe l’Alfa Romeo oggi sotto la guida del Gruppo Volkswagen? Per quanto strano possa sembrare, questo potrebbe essere accaduto già dieci anni fa, quando l’allora capo della VW Ferdinand Beech disse che il marchio italiano sarebbe cresciuto nelle mani del gruppo tedesco e avrebbe aumentato le sue vendite a 400.000 vetture in 5 anni. L’audace discorso è stato pronunciato in occasione dell’apertura del Salone di Ginevra 2011.

Questa informazione è il risultato di un’indagine della rivista britannica Autocar, che sostiene anche che il gruppo VW ha cercato di acquisire Alfa Romeo non una, ma due volte. La prima risale esattamente a dieci anni fa, come anticipato all’inizio di questa nota, quando Piëch voleva acquistare il marchio “Sports cuore” dell’allora gruppo Fiat, oggi Stellantis.

Secondo il rapporto, l’idea della Volkswagen era che l’Alfa Romeo fosse un’opzione per Porsche tra i marchi sportivi del gruppo tedesco. Infatti, i motori Boxer Turbo a quattro cilindri che hanno debuttato su Boxster e Cayman nel 2016, saranno, infatti, utilizzati nelle vetture Alfa. Tuttavia, la casa madre dell’Alfa Romeo ha risposto nella casella che non avrebbe accettato l’offerta fatta nel 2011, secondo una fonte attendibile Autocar. Chiudiamo loro la porta in faccia [VW] “Ora stanno cercando di entrare dalla finestra”, ha detto la fonte anonima.

Sempre secondo il sito della rivista britannica, Volkswagen ha fatto un’altra offerta per acquisire Alfa Romeo nel giugno 2018. L’insistenza del gruppo tedesco sulle trattative era dovuta al fatto che il marchio italiano era stato un sogno di lunga data del compianto presidente Piëch, che ha lasciato nel 2019. Sebbene l’ex presidente Volkswagen non abbia più alcuna influenza sulle operazioni dell’azienda, tuttavia il sito afferma che Herbert Diess, CEO di Volkswagen, ha ritenuto un obbligo dare seguito alla richiesta di Beech. In altre parole, l’eventuale acquisto dell’Alfa era una forma di omaggio postumo all’ex presidente.

READ  Palmeiras consulta Jorge, ex Flamingo e Santos, per un posto vacante a Viña
Volkswagen Polo 2022 - Teaser

Circa tre anni fa, Des si è seduto e ha parlato con Mike Manley, CEO di Fiat Chrysler Automobiles, e gli ha chiesto se la FCA avrebbe accettato l’offerta della Volkswagen e quindi avrebbe venduto il marchio Alfa Romeo. Per la seconda volta, l’offerta di acquisto è stata respinta e il sogno di Volkswagen di possedere il marchio italiano sotto il suo ombrello è diventato remoto e impossibile, poiché Manley ha affermato che la FCA non era interessata a separarsi dall’Alfa Romeo.

Passando al 2021, sono passati tre anni dall’ultimo spettacolo. Quindi quest’anno l’attuale proprietario di Alta Romeo, Stellantis, investirà nel costruttore e concederà al marchio italiano un periodo di 10 anni per dimostrare il proprio valore, con lo stesso obiettivo valido anche per le DS francesi e le Lancia italiane – che oggi resistono con solo un’auto nella linea, che è Ypsilon compact. In altre parole, questo significa che nessun marchio della gamma Stellantis è in vendita, con Volkswagen che sogna l’Alta Romeo che va nello spazio.

Porsche Boxster 25 2021

Resta da vedere se l’Alfa Romeo sarà pronta in 10 anni, ma in ogni caso non è difficile immaginare se Volkswagen farà una terza offerta se il piano Stylantis, che mira a rendere l’Alfa Romeo redditizia finanziariamente, dovesse funzionare. durante questo periodo. Infine, sarà interessante pensare a come Alfa si inserisce nel Gruppo VW. Forse sarà un’alternativa economica al marchio sportivo Porsche, poiché i modelli stanno diventando sempre più costosi in tutto il mondo.

D’altra parte, le Alfa Romeo potrebbero finire per combattere a casa con le auto sportive Audi S e RS, ma d’altra parte, il Gruppo VW ha esperienza nel lanciare la stessa auto in marchi diversi – e ha ancora successo. Gli esempi abbondano come la Volkswagen Polo venduta in Europa accanto alla Seat Ibiza e alla Skoda Fabia, anche il caso della Volkswagen Golf che si trova nello stesso mercato della Seata Leon e della Skoda Scala.

READ  La Cina ottiene le sue prime due medaglie d'oro a Tokyo

Ascolta il podcast di Motor1.com:

Segui Motor1.com Brasil su Facebook

Segui Motor1.com Brasil su Instagram