Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

CeasaMinas: i prodotti ortofrutticoli registrano un leggero calo dei prezzi a maggio – Economia

Il gombo è aumentato del 62% a maggio rispetto ad aprile (Foto: Jair Amara/EM/DA Stampa)
distanza Lungo seguito da Prius dei prodotti giardinaggio Presentato, a maggio, a caduta leggera 2,4% rispetto ad aprile nei centri di ristorazione di Minas Gerais (CeasaMinas). I maggiori contributi a questo risultato sono venuti da frutta. Un calo del 9,7%, seguito dalle uova del 3,9%, poiché le uova sono consumate più frequentemente durante la Quaresima.

Per quanto riguarda l’aumento delle verdure, la differenza nei pagamenti ai consumatori è del 4,1% in più rispetto al mese precedente.

Okra ha mostrato un aumento espressivo del 62%. È uno degli ortaggi che risente maggiormente delle basse temperature, con difficoltà di coltivazione in questo periodo dell’anno, nonostante sia uno dei preferiti sulla tavola dei minatori nelle giornate fredde, il che ne aumenta la richiesta.

I prezzi elevati delle verdure sono comuni in questo periodo, un riflesso della stagione estiva delle piogge. Grandi quantità di pioggia influiscono notevolmente sulla produzione, che richiede molto tempo per riprendersi. A partire da giugno, questi indicatori hanno iniziato a diminuire. Ma non resiste nemmeno a temperature molto basse. “Se l’inverno non fosse stato troppo rigido, i consumatori starebbero un po’ meglio”, spiega Ricardo Fernandez Martins, coordinatore delle informazioni di mercato presso Ceasa Minas.

Chayote è stato il grande quartiere, in crescita del 57,1%, ma in termini di valori in reais poco importa, a partire da R$0,99 al chilo, rispetto ai R$0 di aprile. E il prezzo della zucca giapponese è aumentato del 24,5%, passando da 1,10 riyal brasiliani a 1,37 riyal brasiliani. Il mais verde è passato da R$ 1,12 a R$ 1,31 (un aumento del 17%). I prezzi delle patate sono aumentati da R$ 1,50 a R$ 1,67 (11,3%). Per quanto riguarda i pomodori, che mostrano grandi variazioni durante l’anno, il loro prezzo si è stabilizzato tra aprile e maggio, passando da 1,92 R$ a 1,96 R$ (2,1%).

READ  Aiuti di emergenza per il 2021 con rate 2 e 3 a giugno se disponibili

Nel settore della frutta, l’aumento maggiore è arrivato dalle fragole, che sono passate da 9,08 R$ a 11,75 R$ (29,4%), a causa di problemi climatici. La sua fase peggiore è tra aprile e maggio, seguita da guava, con un aumento del 7,1%, passando da 3,93 reais brasiliani a 4,21 real brasiliani, e una media del 4,4% da 1,80 real brasiliani a 1,88 real brasiliani, poi anguria, che è aumentata del 3,8%.

Poco

La lattuga ha mostrato la migliore performance autunnale tra i legni duri. È stato venduto al prezzo di 6,14 real brasiliani ad aprile, ed è sceso a 4,88 real brasiliani al chilo a maggio, con una riduzione del 20,5%, seguito dal cavolfiore, dove il prezzo del chilo ha raggiunto 2 real brasiliani, a maggio 0,10 real brasiliani real meno del mese precedente. Che rappresenta un calo del 4,8%.

Tra i legumi, le patate dolci hanno mostrato un calo dei prezzi del 18,6%. È stato scambiato per 1,56 reais brasiliani, in calo a 1,27 riyal brasiliani, seguito dalle zucchine, che sono diminuite del 18,3%. Ad aprile, il prezzo di un chilo era di R$ 1,15 ed è passato a R$ 0,94. Il prezzo della barbabietola da zucchero è stato ridotto del 16,7%, da R$ 2,33 a R$ 1,94. Le cipolle, vendute a 2,74 real brasiliani, sono scese a 2,25 real brasiliani (10,16%) e le carote, con la chiusura dei prodotti che hanno registrato i maggiori cali, sono state vendute a maggio a 1,24 real brasiliani, in calo del 7,5% rispetto ad aprile, quando il chilogrammo è stato venduto al prezzo di 1,34 real brasiliani.

L’approccio invernale impedisce il consumo di frutta, rendendo i prezzi più convenienti per i consumatori. Il volume di Papaya Formosa è diminuito del 41,3%, da R$ 2,13 a R$ 1,25. I frutti, che hanno raggiunto un incremento del 129% all’inizio dell’anno, hanno oscillato a causa dei problemi di maltempo in alcune regioni produttrici, come a nord di Espirito Santo ea sud di Bahia.

READ  Solo la Federazione delle vittime della corruzione può cambiare il gioco

La vendita di banane nane è diminuita del 16,8%, in termini reali, da R$ 1,49 a R$ 1,24. In calo anche gli agrumi, come il mandarino puncan (-23,2%) da 2,20 reais a 1,69 reais, seguito dai limoni di Tahiti (-11,4%), da 1,32 reais a 1,17 reais, e pere arancioni (-6,7%). Diminuendo da 1,80 riyal brasiliani a 1,68 riyal brasiliani.

Gli indicatori sopra calcolati sono stati registrati nelle vendite di Ceasa Minas, che non sempre si riflettono nei valori sugli scaffali delle borse. Il consumatore dovrebbe essere attento e cercare di ricercare il più possibile i prezzi dei prodotti. “Ci sono grandi differenze tra i locali. L’ideale è approfittare delle promozioni e cercare di acquistare prodotti di qualità a prezzi bassi”, consiglia Ricardo.