Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Cosa c’entra il disgusto della Premier League con l’unica linea di vaccini di SUS?

Se il mondo del calcio è in crisi, il mondo della salute è chiaramente molto di più. Lo scenario è peggiore in Brasile, dove gli imprenditori vogliono creare il proprio piano di vaccinazione

Lunedì 19, è iniziato con una novità che ha scosso le strutture del calcio: 12 dei più grandi club del mondo – 6 inglesi (Liverpool, United, City, Chelsea, Tottenham e Arsenal), 3 spagnoli (Real Madrid, Atletico Madrid e. Barcellona) e 3 italiani (Juventus) Milan e Internazionale) – hanno annunciato l’uscita dalla Champions League e la creazione di un campionato indipendente che vince almeno 350 milioni di euro ogni anno (2,35 miliardi di real brasiliani).

La Premier League è stata creata. Un modo per i club di farla finita con le dimissioni di organismi di regolamentazione come la FIFA [Federação Internacional de Futebol] E alla UEFA [União das Federações Europeias de Futebol]Per massimizzare i tuoi profitti. La linea di fondo era: più soldi per la poltiglia.

Si chiama solo il calcio calcio Non è il calcio. Questo, con un aggettivo, appartiene a un altro campo dell’intrattenimento, creato negli Stati Uniti e che serve bene gli interessi della cultura di quella nazione, attraverso il suo campionato, la NFL. Personalmente, amo il calcio. È uno spettacolo!

Solo con il calcio – così, senza patria – è diverso. Quindi la Premier League è crollata.

Due giorni dopo, la Premier League è stata cancellata. I club inglesi se ne andarono. In Inghilterra, il luogo di nascita dello sport, esiste una tradizione di oltre 150 anni di rotazioni e oltre 7.000 squadre di calcio (tra professionisti, semiprofessionisti e dilettanti). Coloro che fanno parte dei cosiddetti “Big Six” di cui sopra e che hanno realizzato lo sfortunato progetto devono quello che sono oggi a questa storia.

READ  Si guardano l'un l'altro Giornale The Nexus

Ecco perché anche i loro fan non hanno accettato il tradimento dei principi. Il suo sentimento vive di qualcosa che il denaro non può comprare: passione, appartenenza e tradizione.

Il lunedì sera in cui è stato lanciato il progetto, il presidente del Real Madrid Florentino Perez, in una goffa intervista, ha detto qualcosa sulla Premier League come un momento di pandemia in Brasile. sta leggendo:

“Non è un campionato di ricchi. È il mio campionato per salvare il calcio in solidarietà”.

In altre parole, ha detto che l’obiettivo iniziale del denaro della montagna in dozzine di giganti finirebbe per generare più ricchezza per tutto il calcio. Come può essere questo? Ad esempio, acquistando atleti da club più piccoli (!).

È una scusa di marketing per un problema molto più grande che colpisce l’intera popolazione. Qualcosa di simile agli uomini d’affari che vogliono vaccinazioni e ai loro dipendenti fuori dalla linea SUS, che comprano vaccini con i loro soldi e dicono, così facendo, stanno aiutando la salute pubblica a spendere meno. Sì, avrebbe senso che l’intera popolazione ricevesse immediatamente il vaccino!

Al popolo brasiliano manca (e purtroppo sembra ancora mancare) di resistere al bluff e pretendere il rispetto per la linea SUS individuale, così come i tifosi, i commentatori, i giocatori, gli ex giocatori e gli allenatori hanno rifiutato l’atteggiamento del fare soldi. Giganti del calcio.

Se il mondo del calcio è in crisi, il mondo della salute è chiaramente molto di più. Quindi, la situazione in Brasile è terrificante. Se gli uomini d’affari vogliono creare una sorta di “Super Vaccine League”, fallo per SUS. Sarebbe una posizione patriottica, se usassimo una parola d’ordine.

READ  Indietro Carros à moda: Ferrari investe nel prêt-à-porter