Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Il Brasile perde quattro posizioni nella classifica della libertà di stampa e resta in rosso | Scienziato

Il Brasile ha perso quattro posizioni ed è arrivato 111 nella classifica mondiale sulla libertà di stampa di Reporter Senza Frontiere, pubblicata martedì (20).

Il paese è entrato in una zona rossa nella classifica, ovvero per l’organizzazione la situazione della stampa nel paese è difficile.

L’entità divide lo stato di ciascuno di essi in cinque colori legati al livello di libertà di stampa, che sono bianco (molto buono), giallo (buono), arancione (problematico), rosso (difficile) e nero (molto pericoloso).

Il rapporto ABERT ha concluso che gli attacchi alla libertà di stampa sono più che raddoppiati nel paese nel 2020

La trascrizione della classifica descrive l’ambiente di lavoro per i giornalisti come tossico da quando il presidente Jair Bolsonaro ha preso il potere nel 2019 (quell’anno, il paese in realtà ha perso due posizioni nella classifica).

Il testo recita: “Gli insulti, la stigmatizzazione e l’orchestrazione dell’umiliazione pubblica da parte dei giornalisti sono diventati un segno distintivo del presidente, della sua famiglia e del suo entourage”.

Quanto al gruppo, gli attacchi si sono intensificati con il dilagare della pandemia di coronavirus: il presidente diffonde false informazioni e accusa la stampa di essere responsabile “del caos nel Paese”.

Rede Globo ha chiamato il Palácio do Planalto per ascoltare una manifestazione dell’ufficio presidenziale, ma finora non c’è stata risposta.

Il rapporto cita Il sindacato stampa è stato formato per rendere trasparenti i dati del Covid-19, Di cui St 1 Parte: “Di fronte alle bugie compulsive del presidente e alla mancanza di trasparenza del governo riguardo all’amministrazione sanitaria, è stata creata una coalizione senza precedenti che riunisce i principali organi di stampa del Paese nel giugno 2020, con l’obiettivo di ottenere informazioni direttamente dalle autorità locali nel 26 stati del paese e nel Distretto Federale, per preparare e consegnare le loro newsletter “.

READ  Inondazioni in Cina: i passeggeri raccontano come sono sopravvissuti all'alluvione della metropolitana che ha ucciso 12 persone | Scienziato

La Norvegia è il paese con la maggiore libertà di stampa per il quinto anno consecutivo. La seconda è stata la Finlandia.

Gli Stati Uniti si sono classificati al 44 ° posto: nell’ultimo anno del mandato di Donald Trump, ci sono stati un numero record di attacchi (circa 400) e arresti di giornalisti (130), secondo l’American Press Freedom Tracker.

Vedi la classifica più alta:

I primi posti nella classifica della libertà di stampa

posizione Nazione
1 Norvegia
2 Finlandia
3 Svezia
4 Danimarca
5 Costa Rica

Guarda dove si trovano il Brasile e i seguenti paesi

La posizione del Brasile nella classifica della libertà di stampa

posizione Nazione
109 Guinea
110 Bolivia
111 Brasile
112 Bulgaria
113 Indonesia

Guarda i video più visti di G1