Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Il CEO di Kidd ordina la riapertura del caso Nestlé e Garotto dopo 19 anni dall’acquisto – Economia

Brasilia – In una delle sue ultime decisioni in questa posizione, è stato Presidente Consiglio amministrativo per la difesa economica (KED), Alexander Pareto, ha disposto la riapertura dell’ente per analizzare la fusione-acquisizione Ragazzo per Nestlé, che è stato realizzato nel 2002, ed è uno dei casi più emblematici nella storia del membro.

Il mandato di Pareto è scaduto lunedì 21 e l’ordine è avvenuto nel tardo pomeriggio di venerdì. Nel documento che hai Estadao / trasmissione, Pareto dice che c’è una “poca possibilità” che Kidd sarà in grado di ribaltare la decisione del tribunale che richiede che il caso sia soggetto a un nuovo processo da parte del consiglio e imposti all’organismo di supervisione generale dell’organismo di attuare un “reindirizzamento” del caso, cioè, una nuova valutazione.

Nestlé ha acquistato Garoto nel 2002, ma Kidd ha rifiutato due anni dopo. All’epoca, le decisioni di Cade furono prese dopo che l’accordo era stato completato. Non soddisfatta, Nestlé è andata in tribunale ed è stata in grado di sospendere la decisione di Kidd nel 2005. Nel 2009, il tribunale ha ordinato a Kidd di provare a operare di nuovo. La società è tornata in appello in diversi casi.

Nel 2018 il Tribunale Regionale Federale per il Distretto 1 (TRF1) ha respinto il ricorso di Nestlé, che, in pratica, ha confermato la decisione del 2009, stabilendo un nuovo processo da parte di Kidd. Da allora Kidd ha cercato di ribaltare quella decisione in tribunale. Ma per ordine del presidente Pareto, l’agenzia abbandona il contenzioso legale e riprende il processo, dopo 19 anni di attività.

READ  I prezzi bassi della polpa suonano un allarme, ma ci sono ancora opportunità nei titoli Susanoo, Clappen e Irani?

“Data l’attuale determinazione della TRF1, nonché la bassa probabilità che questa decisione del tribunale venga annullata, la probabilità che la causa prosegua per un periodo prolungato, le perdite pubbliche e private derivanti da questo ritardo e il potenziale cambiamento delle condizioni di mercato significativamente, capisco che alcune soluzioni siano necessarie per la Kidd Court.Nella lettera, Pareto afferma che la semplice attesa della decisione finale della corte non è nell’interesse pubblico.

Tuttavia, i membri del Kidd ascoltati dal rapporto affermano che questa decisione non poteva essere presa unilateralmente da Pareto e che la questione doveva essere confermata dal tribunale Kidd, che, oltre al presidente, era composto da altri sei consiglieri.

A condizione di riservatezza, le fonti hanno anche affermato che non è raro che Kidd abbandoni le controversie legali, come in questo caso.

come hai fatto Estadao / trasmissioneE il C’è una disputa dietro le quinte a Cade sui posti di lavoro. Con la fine del mandato di Pareto, è probabile che l’attuale sovrintendente, Alexandre Cordero, venga nominato nuovo capo di Cady. Con questo, Pareto si candida a essere il supervisore generale al posto di Cordero, posizione prevista anche dall’attuale cancelliere Paula Azevedo.

Imbroglio

Nel 2017, Cade e Nestlé hanno firmato un accordo che prevede la vendita di un bundle di dieci marchi, come Chokito, Serenata de Amor, Lollo e Sensação. Tuttavia, Nestlé non ha rispettato il suo impegno e i marchi non sono stati venduti.

In caso di non conformità, Cade può anche mettere all’asta i marchi o decidere di annullare l’acquisto di Garoto. Ciò significa che le due società dovranno separarsi anche molto tempo dopo l’accordo.

READ  Pizza Day: gli imprenditori di MG reinventano il loro business e investono nella consegna - Economia

Il processo di fusione tra Nestlé e Garotto è uno dei casi più emblematici della storia di Cady. Il conseguente contenzioso legale ha contribuito a modificare il diritto della concorrenza, nel 2012, quando il completamento dei lavori è stato sottoposto all’approvazione dell’agenzia antitrust.

Con il veto di Cade e la sentenza sospesa in tribunale, Nestlé ha dovuto tenere separati i beni di Garoto e impedirgli di fondere completamente il marchio.

Nel 2002, Nestlé ha conquistato il 34% del mercato del cioccolato nel paese: al momento dell’acquisto di Garoto, ammontava al 58%, rispetto al 33% di Lacta. Anche con l’ingresso di nuovi concorrenti, le tre società continuano a dominare il mercato.