Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Il neonato prematuro più giovane al mondo festeggia il suo primo compleanno negli Stati Uniti Scienziato

Quando Beth Hutchinson ha avuto problemi di salute e ha partorito il suo bambino a 21 settimane e 2 giorni di gravidanza, con un peso di soli 340 grammi, il 5 giugno 2020, i medici hanno avvertito che lei e suo marito, Rick, non avrebbero dovuto aspettarlo. .

Richard pesava solo 340 g alla nascita – Foto: Rick e Beth Hutchinson tramite Guinness World Records/Disclosure

Era prematuro di 131 giorni e finora nessun bambino al mondo è sopravvissuto dopo aver trascorso così poco tempo nel grembo materno.

Ma il 5 giugno di quest’anno Richard Scott e William Hutchinson hanno festeggiato il suo primo compleanno, certificato nel Guinness dei primati come il più giovane prematuro vivente.

Richard e i suoi genitori, Rick e Beth Hutchinson, con un certificato Guinness World Record – Foto: Rick e Beth Hutchinson via Guinness World Records / Disclosure

Ha battuto un record di oltre 30 anni, superando il canadese James Elgin Gill, nato il 20 maggio 1987, a 21 settimane e 5 giorni di gestazione, o prematuro di 128 giorni.

Richard ha battuto un record in oltre 30 anni sopravvivendo – Foto: Rick e Beth Hutchinson via Guinness World Records/Disclosure

Una gravidanza standard dura 40 settimane – la nascita di Richard era prevista solo ad ottobre.

Richard è stato dimesso dall’ospedale dopo un semestre – Foto: Rick e Beth Hutchinson via Guinness World Records/Disclosure

Richard ha trascorso un semestre in ospedale, ricevendo visite quotidiane dai suoi genitori, ed è stato rilasciato solo all’inizio di dicembre, in tempo per il suo primo Natale a casa.

Ha ancora bisogno dell’aiuto dei tubi per respirare e nutrirsi, ma secondo i suoi genitori, dovrebbe superare questi passaggi e iniziare a eseguire queste azioni da solo tra un po’ di tempo.

Video: G1 più visti negli ultimi 7 giorni

READ  Un rapporto delle Nazioni Unite indica che una persona su 95 nel mondo è sfollata con la forza dal proprio luogo di origine | Scienziato