Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Il robot cinese Zhurong atterra su Marte per avviare le indagini sul pianeta |  Scienza e salute

Il robot cinese Zhurong atterra su Marte per avviare le indagini sul pianeta | Scienza e salute

un Cina È stato annunciato tramite i media statali che il suo primo robot è atterrato sulla superficie di Marte venerdì (14), alle 20:00 GMT. un Zorong – Dio del fuoco, nella mitologia cinese – Sarà controllato a distanza.

  • Sunda Tianwin 1: L’orbita di Marte è arrivata nel febbraio di quest’anno ed è composta da tre componenti. Uno di questi è il modulo robot che è atterrato venerdì.
  • Zorong: Il dispositivo è collegato alla sonda e pesa 240 kg. L’obiettivo principale sarà osservare la superficie marziana.
  • Atterraggio audace: Gli scienziati hanno ridotto la velocità di ingresso, che è di 20.000 km / h, alla velocità alla quale gli esseri umani camminano praticamente quando si tratta di “abbassare le ruote”.

Lo sbarco è durato sette minuti e ha reso la Cina il secondo paese a toccare con successo il suolo marziano, dopo gli Stati Uniti d’America, nel 1976. Anche l’Unione Sovietica all’epoca aveva attrezzature che erano atterrate su Marte prima, Mars 3, nel 1971, ma la connessione è stata definitivamente persa dopo. Pochi secondi.

Dal 1960, Più di 40 missioni spaziali sono andate su Marte. Tuttavia, finora ha funzionato meno della metà e solo gli Stati Uniti sono riusciti a far funzionare i dispositivi. in un altro significato: La Cina è diventata il secondo paese a far funzionare un robot sul Pianeta Rosso.

Controlla le attività principali di seguito:

Nel febbraio di quest’anno, l’Agenzia spaziale americana (NASA) Riuscito ad atterrare su Marte Con robot di persistenza. lui è il La quinta macchina al successo Quando raggiungi il pianeta.

La perseveranza è il veicolo più grande e complesso mai inviato su Marte. Pesa una tonnellata ed è dotato di un braccio che misura oltre due metri.

Il mese scorso, durante questa missione, la NASA ha pilotato brevemente un piccolo elicottero, Creativity, su Marte. È diventata la prima macchina a sorvolare un altro pianeta.

Video: un elicottero della NASA compie il suo primo volo sulla superficie di Marte

La sonda Hope (“Esperança” in portoghese, nota anche come “Hope”) è stata la prima sonda inviata su Marte da Gli Emirati Arabi Uniti. Il lancio è avvenuto nel luglio 2020, giorni prima dell’invio della sonda cinese Tianwen-1 e della persistenza americana.

Amal, che è in orbita su Marte da febbraio, Progettato per svelare i segreti del clima Il pianeta rosso.

Una foto rilasciata dagli Emirati Arabi Uniti come prima missione, Mars Hope – Foto: Riproduzione / Twitter / Mohammed bin Rashid Al Maktoum

Nel 2016, la sonda spaziale europea Schiaparelli ha preso il nome da un astronomo italiano del 21 ° secolo e improvvisamente è caduta sulla superficie di Marte. Tuttavia, l’Europa è riuscita a mettere in orbita la sonda esplorativa TGO.

La missione russo-europea ExoMars, che era di inviare un robot per esplorare il suolo marziano nell’estate del 2020, È stato rinviato al 2022 a causa di difficoltà tecniche aggravate dall’attuale pandemia di coronavirus.

Curiosità del robot americano È atterrato su Marte nell’agosto 2012. È l’unico ancora attivo su questo pianeta e ha dimostrato che Marte era favorevole e abitabile per la vita microbica in un lontano passato.

A quel tempo, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha detto che la missione è stata un “traguardo storico” con il raggiungimento di Marte. “Questa è una vittoria tecnologica senza precedenti”, ha detto in una dichiarazione presidenziale.

Nel maggio 2008, un’altra fenice americana è stata in grado di indagare Permafrost E confermare la presenza di acqua gelata.

Il Rover Curiosity della NASA è in missione da novembre 2011 sul Pianeta Rosso – Foto: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Due robot geologici statunitensi sono atterrati nel gennaio 2004 in una missione che è continuata nel 2010 con Spirit e nel 2018 con Opportunity.

Quest’ultimo, l’eroe della distanza extraterrestre (45 km), ha inviato più di 200.000 immagini sulla Terra e ha scoperto tracce di ambienti umidi.

L’illustrazione della Jeep mostra le opportunità su Marte – Immagine: NASA

Video: astronomia ed esplorazione dello spazio