Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Link Estadão

iOS 15 e Android 12: cosa cambia nella nuova generazione di sistemi operativi – link

La notizia è stata rivelata nei principali sistemi operativi per smartphone al mondo, iOS e Android, a maggio e giugno

Con l’attenuarsi della pandemia in alcuni luoghi, molto è cambiato nel modo in cui lavoriamo e viviamo. Alcuni di noi ora stanno programmando di tornare negli uffici, mentre altri continueranno a lavorare da casa. E molti di noi farebbero entrambe le cose.

Anche il software sui nostri telefoni cellulari, che è stato il nostro strumento più importante nella pandemia, si sta evolvendo in questa nuova realtà. Modifiche per gentile concessione di una mela e fare Il Google, che ha recentemente rilasciato il suo ultimo software mobile progettato per questa era accelerata di coronavirus e lavoro remoto ibrido.

la settimana scorsa , Apple ha introdotto iOS 15, il prossimo sistema operativo dell’azienda per iPhone. Il programma offre ai proprietari di dispositivi di marca nuovi strumenti per impostare restrizioni sul lavoro misto, come un messaggio di stato che informa gli altri che sei occupato prima di inviare un messaggio.

FaceTime, il software di videoconferenza di Apple, vedrà il suo più grande cambiamento da quando ha debuttato più di dieci anni fa. Il servizio sarà finalmente disponibile per i dispositivi non Apple, Compresi i telefoni Androided è stato ottimizzato per migliorare l’aspetto delle sessioni video.

Lo scorso mese , Google ha rilasciato Android 12L’ultimo sistema operativo per dispositivi mobili. L’azienda si è concentrata sull’aggiornamento del design del software per aiutare le persone a svolgere il proprio lavoro in modo più efficiente, includendo un elenco ristretto per accedere più rapidamente agli strumenti preferiti.

Per Carolina Milanesi, presidente e chief consumer technology analyst di Creative Strategies, i cambiamenti in iOS 15 e Android 12, in particolare nello strumento di Apple per stabilire i confini digitali, riflettono il modo in cui le nostre vite e il nostro lavoro stanno cambiando di nuovo mentre cerchiamo di uscire dalla pandemia una volta ancora.

“Quel piccolo avviso che dice che le persone non vogliono essere disturbate sarà molto importante”, ha detto. “Forse scrivi una lettera durante il fine settimana, ma non fai clic su “Invia” fino a lunedì mattina, in questo modo non fai pressione sugli altri affinché lavorino durante il fine settimana. Questo riduce la pressione.”

READ  TikTok, Facebook e Instagram tra le app più scaricate di aprile | Applicazioni

Apple e Google mi hanno mostrato i punti salienti dei nuovi sistemi operativi, che includono anche nuovi controlli per la privacy e miglioramenti per le fotocamere dei telefoni. Entrambi i sistemi saranno lanciati nell’autunno dell’emisfero settentrionale.

Ecco cosa ti serve sapere.

Apple e Google vogliono essere più produttivi

Bloccati a casa per la maggior parte dell’ultimo anno, molti di noi sono stati incollati allo schermo del cellulare, chattando in video e inviando messaggi ai propri cari mentre leggevano le notizie online. Per alcuni, questo ha reso impossibile rimanere concentrati su un singolo compito.

In risposta, il nuovo programma di Apple offre ai proprietari di iPhone strumenti per ridurre le distrazioni, mentre Google ha aggiunto pulsanti per aiutare le persone a fare le cose sui loro telefoni più velocemente.

Una nuova funzionalità di Apple, chiamata Focus, può essere utilizzata per impostare linee di demarcazione per diverse parti della giornata. Puoi dividere la tua giornata in categorie come la vita personale, il lavoro e il sonno. Per ognuno di essi, devi decidere quali persone e app possono apparire come notifiche sul tuo telefono.

L’app FaceTime di Apple riceve un aggiornamento che la rende simile a Zoom

La videoconferenza è diventata un mezzo di comunicazione onnipresente per riunioni d’ufficio, happy hour e sessioni di yoga. Attualmente

L’app FaceTime di Apple è in fase di revisione, con più funzionalità e la possibilità di funzionare con dispositivi non Apple. Queste modifiche lo mettono alla pari con Zoom, l’app di videoconferenza numero uno.

Per la prima volta, con iOS 15, è possibile accedere a FaceTime tramite un browser Internet. Ciò significa che gli utenti Android e Windows possono utilizzare i propri browser per videochattare con gli utenti iPhone in una sessione FaceTime facendo clic su un collegamento.

READ  Duello generazionale: il primo iPhone ad affrontare l'iPhone 12 in un test di velocità

Ma le nuove funzionalità più impressionanti di FaceTime rimangono esclusive per i clienti Apple. SharePlay consentirà ai proprietari di iPhone di utilizzare un’app insieme durante una chiamata FaceTime. Se vai a guardare un film e fai clic sul pulsante SharePlay, l’altra persona alla chiamata può guardare il film contemporaneamente. Se un utente Android sta effettuando una chiamata FaceTime, la funzione SharePlay non funzionerà affatto.

Il software della fotocamera di Apple sta cercando di mettersi al passo con Google

Per anni, Apple e Google hanno gareggiato testa a testa sul servizio fotocamera del telefono per produrre foto fantastiche. Ma il software della fotocamera di Apple è rimasto indietro rispetto a quello di Google, che è alimentato dall’intelligenza artificiale. In iOS 15, Apple sta adottando misure per rendere il software della fotocamera più diversificato.

Con la funzione di chiamata Live Text di Apple, i proprietari di iPhone saranno presto in grado di fare di più con l’opzione della fotocamera per raddoppiare come scanner di documenti. Se scatti una foto di una ricevuta di un ristorante, ad esempio, puoi utilizzare Live Text per toccare il numero di telefono nell’immagine e chiamare il ristorante. Oppure, se punti la fotocamera su un codice di tracciabilità, puoi fare clic sul numero di tracciamento per individuare immediatamente il pacco, senza dover digitare nulla.

I proprietari di dispositivi Apple potranno anche trovare questo tipo di immagine in un secondo momento cercando parole chiave. Quindi, se scatti una foto di una ricetta scritta a mano, puoi aprire il tuo album fotografico e digitare il nome della ricetta nel campo di ricerca delle immagini. A questo punto, puoi anche convertire gli appunti scritti dalla ricetta scritta a mano in testo e trasferirli su un blocco note digitale.

La tecnologia alla base di questo è nota come riconoscimento ottico delle immagini, insieme a un po’ di intelligenza artificiale. L’app per foto per Android ha una funzione simile, Lens, da alcuni anni.

READ  Specifiche trapelate, data di rilascio e prezzo della GeForce RTX 3080 Ti

Google sta cercando di mettersi al passo con Apple in termini di privacyخصوص

Apple ha fatto una forte impressione negli ultimi anni con strumenti per proteggere la privacy degli utenti, incluso un pulsante che consente ai proprietari di iPhone di chiedere alle app di non tenere traccia delle proprie attività e di condividerle con terze parti, come i marketer.

Google, le cui entrate dipendono principalmente dalla pubblicazione di annunci digitali, non ha risposto con uno strumento simile in modo che le persone possano facilmente disattivare il monitoraggio. Ma Android 12 darà alle persone una maggiore trasparenza su ciò che le app di dati raccolgono e introdurrà nuovi controlli per limitare l’accesso di un’app ai dati.

Lo strumento, che Google chiama Privacy Dashboard, mostra una cronologia di quali app hanno accesso a diverse parti del telefono durante il giorno. Ciò potrebbe mostrare che un’app di social network ha utilizzato la fotocamera all’1 di notte e l’app meteo ha utilizzato la tua posizione alle 15:00.

Google ha anche aggiunto alcuni pulsanti come gli interruttori per disabilitare l’accesso dell’app al microfono e alla fotocamera del telefono. Questo può tornare utile in situazioni delicate, come quando vai dal dottore e vuoi assicurarti che l’app non ascolti la tua conversazione.

Apple ha anche affermato questa settimana che sono in arrivo ulteriori controlli sulla privacy per gli iPhone, incluso un cosiddetto rapporto sulla privacy delle app che funziona in modo simile al dashboard sulla privacy di Google. Oltre a rivelare quali dati vengono sfruttati da ciascuna app, un rapporto sulla privacy mostrerà a quali domini o indirizzi web si connettono le app. Questo può fornire informazioni sulle società con cui l’app condivide i dati mentre la stai utilizzando. / ROMINA CACIA traduzione