Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

JBS afferma di aver pagato $ 11 milioni di riscatto per un attacco hacker alle operazioni statunitensi | Tecnica

JBS ha dichiarato in una dichiarazione che la decisione di pagare il riscatto è stata presa dopo aver consultato esperti di sicurezza digitale. L’obiettivo, secondo la società, era ridurre i problemi relativi all’invasione e prevenire le fughe di dati.

“È stata una decisione difficile per la nostra azienda e per me personalmente”, ha affermato Andre Nogueira, CEO di JBS USA. “Tuttavia, riteniamo che questa decisione debba essere presa per evitare potenziali rischi per i nostri clienti”.

un JBS è stato l’obiettivo di un attacco di hacker nelle sue unità negli Stati Uniti, Canada e Australia, che è stato temporaneamente chiuso. L’hacking è stato effettuato da un ransomware, che è riuscito a “dirottare” i dispositivi della vittima per ottenere una sorta di riscatto.

Nel caso di JBS, l’attacco ha colpito alcuni dei suoi server domenica 30 maggio. La società ha annunciato 100% di ritorno sulle tue operazioni giovedì (3) e assicurarsi che i server di backup non siano compromessi.

L’invasione è sotto inchiesta dalla scorsa settimana da parte dell’FBI (polizia federale degli Stati Uniti). La Casa Bianca ha detto di aver ricevuto Informazioni JBS che l’attacco potrebbe aver avuto origine in Russia.