Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

La “cupola termica” che fa registrare temperature record negli Stati Uniti e in Canada | Il riscaldamento globale

Il Canada ha registrato la sua temperatura più alta nella sua storia mentre l’ovest del paese e il nord-ovest degli Stati Uniti hanno affrontato un’ondata di caldo senza precedenti.

A Lytton, nella Columbia Britannica, domenica i termometri hanno raggiunto i 46,6 gradi Celsius (27), superando il record stabilito 84 anni fa, secondo le autorità.

Un fenomeno chiamato cupola termica o cupola termica (l’elevata pressione statica che funge da copertura del vaso) ha portato a temperature elevate registrate in altre aree del Nord America.

Gli Stati Uniti e il Canada hanno avvertito i residenti dei pericoli che circondano i livelli di calore che potrebbero persistere per tutta la settimana.

L'Agenzia Internazionale per l'Energia pubblica una guida contenente misure urgenti per frenare il riscaldamento globale

L’Agenzia Internazionale per l’Energia pubblica una guida contenente misure urgenti per frenare il riscaldamento globale

Gli esperti affermano che i cambiamenti climatici legati al riscaldamento globale aumenteranno la frequenza di eventi meteorologici estremi come le ondate di calore. Tuttavia, è complicato collegare un evento isolato al riscaldamento del pianeta.

Più lungo è lo scenario di alta pressione, più grave è l’ondata di caldo, con temperature in aumento ogni giorno.

Questa zona di alta pressione è enorme e si estende dalla California alle regioni artiche canadesi attraverso l’interno dell’Idaho.

Sono esplose le vendite di condizionatori e ventilatori e sono state aperte le pensiline. Alcuni bar, ristoranti e persino piscine erano ritenuti troppo caldi per funzionare.

Lytton, situata a circa 250 chilometri a nord-est di Vancouver (Canada occidentale), ha battuto il precedente record canadese nel luglio 1937, quando la temperatura in due città del Saskatchewan, Yellow Grass e Midal, ha raggiunto i 45 gradi Celsius.

David Phillips, capo scienziato del clima per Environment Canada (una divisione del ministero dell’ambiente del paese), ha dichiarato a CTV: “Mi piacerebbe battere un record, ma è come romperlo e distruggerlo nel Canada occidentale che a Dubai (EAU )”.

Lo specialista ha affermato che esiste la possibilità che le regioni del paese superino i 47 gradi Celsius.

I fornitori di energia della British Columbia affermano che c’è un aumento della domanda di elettricità per far funzionare i condizionatori d’aria.

Environment Canada ha affermato che l’allerta si è estesa ad altre regioni del paese e ha previsto un'”ondata di caldo prolungata, pericolosa e storica che continuerà questa settimana”, con temperature da 10 a 15 gradi Celsius superiori al normale.

Caldo “storico” negli Stati Uniti nordoccidentali

Portland e Seattle, due città con un clima famoso per le piogge, hanno registrato le temperature più alte della loro storia. Il primo ha battuto il suo precedente record quando le temperature hanno raggiunto i 44 gradi Celsius, e il secondo ha fatto lo stesso quando hanno raggiunto i 40 gradi Celsius, secondo i dati ufficiali.

L’Oregon, dove si trova Portland, ha adottato restrizioni allentate contro la pandemia di COVID-19 per consentire l’apertura di piscine e aree climatizzate come i centri commerciali. Tuttavia, Seattle ha dovuto chiudere una piscina a causa di “temperature pericolose e non sicure sul ponte della piscina”.

I frutticoltori si stanno affrettando a raccogliere i raccolti, temendo che il caldo rovini le ciliegie e altri prodotti. Ma la raccolta va interrotta a pranzo perché la temperatura diventa insopportabile.

“Stiamo navigando in acque completamente inesplorate”, ha detto al Seattle Times PJ Thorby, presidente di Northwest Cherry Growers, il comitato che riunisce i coltivatori di ciliegie.

Le qualificazioni olimpiche statunitensi di domenica a Eugene, in Oregon, sono state sospese a causa del caldo. Ai tifosi è stato chiesto di lasciare lo stadio per motivi di sicurezza. Anche alcuni centri di vaccinazione hanno chiuso per lo stesso motivo.

A tutti i cittadini è stato consigliato di mantenersi idratati, evitare attività faticose e tenere d’occhio i vicini più vulnerabili.

“Emergenza climatica”, Roger Harrabin, specialista ambientale, analizza:

“Non possiamo dire con certezza che questa brutale ondata di calore sia stata causata da emissioni di gas serra che esacerbano l’effetto serra, ma gli scienziati sostengono che ogni ondata di calore che si verifica oggi è più probabile e più intensa a causa del cambiamento climatico causato dall’uomo.

In effetti, gli scienziati hanno notevolmente migliorato la capacità di collegare eventi estremi ai cambiamenti climatici, come l’ondata di caldo che ha colpito l’Europa nel 2019, che secondo i ricercatori era 100 volte più probabile a causa delle emissioni di anidride carbonica.

Ancora più allarmante è che queste temperature globali sono state raggiunte con temperature globali di oltre 1,1°C al di sopra dei tempi preindustriali.

Il Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico ritiene probabile che in breve tempo supereremo 1,5°C al di sopra di questo livello. Ai ritmi attuali, supereremo un aumento di 2 gradi Celsius, forse anche di più.

Tuttavia, Cina e India continuano a costruire nuove centrali elettriche a carbone. E il Gruppo dei Sette, il gruppo delle economie più ricche del mondo (Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti d’America) non ha fissato una scadenza per porre fine a questa forma di generazione di energia.

Il Regno Unito e altri paesi stanno ancora perforando pozzi per bruciare più petrolio e gas, sostenendo che sarà necessario entro il 2050.

Tutto ciò indica sicuramente un’emergenza climatica».

READ  Il conservatore Guillermo Lasso eletto presidente dell'Ecuador | Scienziato