Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

La Ferrari è la scatola delle sorprese nella lotta contro la McLaren per essere la terza potenza in Formula Uno

La Ferrari lotta con la McLaren per il titolo di terza potenza nella griglia di Formula 1

Foto: Ferrari / Gran Premio

rete di battaglie. Per quanto Red Bull e Mercedes siano state in trincea dall’inizio di questa stagione, sia in pista che fuori, anche Ferrari e McLaren sono sempre più in lizza per chi vince il terzo titolo di potenza in questa stagione di F1. In Spagna, Monaco e Baku , e mostra che potrebbe essere vicino a fare un passo avanti nel 2021. Non è più un’esagerazione pensare agli italiani ancora una volta nelle prime tre posizioni. F1.

Dai un’occhiata al canale YouTube del Gran Premio! .

Segui il Gran Premio su Twitter Instagram!

È vero che la vettura del team italiano di quest’anno, la SF21, ha registrato notevoli miglioramenti rispetto alla SF1000: si è verificata una riduzione della resistenza aerodinamica e un miglioramento della diffusione del calore, per evitare il surriscaldamento durante la trazione, molto dannoso per le gomme. squadra durante il precampionato. Tuttavia, i miglioramenti non mascherano alcuni dei problemi che hanno causato alla Ferrari uno dei suoi anni peggiori in Formula 1 nel 2020, come la potenza del motore. Ma dall’inizio di quest’anno, la squadra ha avuto un moderato ottimismo per raggiungere gli obiettivi minimi che si era prefissata per quest’anno.

“Sarà difficile per noi lottare per il titolo quest’anno. Possiamo puntare al terzo posto nel Mondiale Costruttori, ma dovremo lottare con la McLaren. Oggi siamo decisamente migliori rispetto alla scorsa stagione, ma c’è ancora una lunga strada da percorrere. C’è una lunga strada da percorrere”, ha detto Mattia Ferrari Team Principal Binotto dopo il primo Gran Premio del Bahrain dell’anno.

Mattia Binotto pensa che la Ferrari sia migliorata, ma ha bisogno di più sviluppo

Mattia Binotto pensa che la Ferrari sia migliorata, ma ha bisogno di più sviluppo

Foto: Ferrari / Gran Premio

Mantenere questo ottimismo ha prodotto risultati. Dopo aver visto Lando Norris, della rivale McLaren, nelle prime tre tappe, davanti a Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr., lo scenario era diverso al Gran Premio di Spagna. Su una pista dai tratti molto tortuosi, il duo di Maranello ha fatto meglio: conquistando rispettivamente il quarto e il settimo posto, i due piloti hanno guadagnato 18 punti, mentre il duo avversario ne ha guadagnati 12. Era la prima volta che la Ferrari superava la McLaren in una stagione. E così continuerà fino ad oggi, dopo la gara dell’Azerbaigian.

“Sono contento del risultato della gara, perché siamo riusciti a segnare ben 12 punti. Allo stesso tempo, devi capire che la Ferrari è stata semplicemente più forte di noi questo fine settimana, il che non è stato una sorpresa, hanno avuto un molto divertente”, ha detto Andreas Seidl, team principal della McLaren. Gran Premio di Spagna: “Buona macchina. Una macchina tutto l’anno, e conoscevamo la loro forza su una pista come questa, con quel design”.

Se la Ferrari sorprende a Barcellona, ​​i tifosi di Formula 1 vedranno meglio le rosse a Monaco, casa di Leclerc. Per le strade di Monte-Carlo, la squadra ha vissuto un ottimo fine settimana, con il Monaco al centro della scena, il primo della squadra dal 2019, nonostante sia stato interrotto nel terzo trimestre. Sebbene Leclerc non si sia goduto la pole a causa di problemi con la macchina, Sainz ha messo da parte il suo malcontento e ha raggiunto il primo podio della squadra, un luogo che gli italiani non visitavano dal Gran Premio di Turchia dello scorso anno. Risultati sorprendenti per mettere in discussione la squadra di Woking.

Charles Leclerc abbraccia Carlos Sainz e si congratula con lui per il podio del GP di Monaco (Foto: Scuderia Ferrari)

Tuttavia, l’ottimismo prevalente nelle due fasi precedenti sembra essere diminuito nella gara dell’Azerbaigian. La stessa squadra ha tenuto i piedi per terra su quella che sarà Baku, hanno già visto la buona prestazione del Monaco come un punto fuori curva. Non sapevano che si sarebbero arresi alla loro buona valutazione e si sarebbero assicurati un altro posto nell’account # 16 del proprietario dell’auto. Solo che, nel bel mezzo di una corsa folle, ha avuto una presentazione sicura per finire quarto. Sainz era ottavo. Anche in questo caso, sfruttando le opportunità di destinazione, entrambi hanno ottenuto punti più preziosi degli inglesi. Tre a tre in un’assemblea di Formula 1.

I problemi della Ferrari sono noti. Quello che può offrire, il team di Maranello non è consapevole delle difficoltà che incontra e del potenziale dei suoi concorrenti. Sa che c’è un giovane Norris in erba in Formula 1, mentre Ricciardo deve ancora trovare piste migliori quest’anno. Allo stesso tempo, il duetto tra Leclerc e Sainz è una buona scoperta per gli italiani: la costanza del monegasco è un buon connubio con la raffinatezza dello spagnolo. La Ferrari al momento è un’ipotesi, poiché ha superato la maggior parte delle difficoltà. Non sarà però facile: il disaccordo tra le due squadre sarà ugualmente premiato per il terzo posto – vedi la Coppa del Mondo Costruttori, dove la squadra italiana conduce per due magri punti. La verità è che abbiamo ancora buone corse per vedere cosa succede.

READ  Quali sono le partite della Coppa dei Campioni oggi? Controlla dove guardare (06/26)