Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

La first lady, rimasta ferita nell’attentato che ha ucciso il presidente di Haiti, sarà portata in ospedale a Miami

PUERTO PRINCIPE – La First Lady di Haiti, Martine Moyes, È sopravvissuta all’attacco che ha ucciso suo maritoBouquet Edmond, ambasciatore di Haiti negli Stati Uniti, ha detto a Reuters che il presidente Jovenel Moise sarebbe stato trasferito per cure a Miami. Secondo lui, l’immagine della first lady è critica, ma stabile.

saperne di più: Comprendere la crisi politica ad Haiti, il cui presidente è stato assassinato martedì

È stabile ma in condizioni critiche, ha detto Edmund in una videoconferenza nel primo pomeriggio. Attualmente, si stanno facendo sforzi per trasferirla per il trattamento a Miami.

Martin è stato colpito durante l’attentato alla residenza ufficiale del presidente, nel distretto di Bellerin 5, a Port-au-Prince, nelle prime ore di mercoledì. In un rapporto sull’attentato, il primo ministro ad interim del Paese, Claude Joseph, ha dichiarato solo che la first lady era stata colpita, senza fornire ulteriori dettagli sulle sue condizioni di salute.

Durante la mattinata, alcune auto haitiane hanno affermato che Martin non ha potuto resistere alle ferite, anche senza una conferma ufficiale. Ma altri le predissero che era viva, in gravi condizioni, e che sarebbe stata portata all’estero.

Edmund ha anche confermato che gli assassini del presidente si sono identificati come agenti della Drug Enforcement Agency statunitense, la Drug Enforcement Administration. I video del quartiere della residenza ufficiale mostrano un uomo con un accento americano che grida al megafono: “Operazione DEA. Tutti indietro”. Il gruppo parlava sia inglese che spagnolo e portava armi pesanti.

Come hanno riferito fonti del governo haitiano al Miami Herald, l’ambasciatore ha affermato che non c’erano prove che i due uomini avessero una relazione con l’agenzia statunitense. Secondo lui, “non erano in alcun modo agenti della DEA”. L’Agenzia per i medicinali non ha risposto alla richiesta di commento di Reuters.

READ  Fortunatamente! I cacciatori trovano un tesoro del valore di 7 milioni di riyal brasiliani all'interno della carcassa di un animale | mondo e scienza

“È stato un attacco ben pianificato, erano professionisti”, ha detto Edmund. Abbiamo registrazioni e crediamo che fossero mercenari.

reazione:I leader mondiali esprimono “shock” per l’assassinio di Moyes e chiedono un’azione per garantire la stabilità ad Haiti

Il diplomatico ha anche affermato che il suo paese ha bisogno di assistenza per la sicurezza dagli Stati Uniti, la potenza più influente ad Haiti, senza specificare esattamente cosa includerebbe tale assistenza, e ha affermato che Washington sta studiando la richiesta. In precedenza, il presidente Joe Biden ha offerto le sue condoglianze agli haitiani e si è reso disponibile a lavorare per un paese più sicuro:

“Siamo rimasti scioccati e rattristati nell’apprendere dell’orribile assassinio del presidente Jovenel Moise e dell’attacco alla first lady di Haiti Martin Moise. Condanniamo questo atto terribile e inviamo i nostri più sentiti auguri per la guarigione della first lady”, si legge nel testo diffuso dagli Stati Uniti. governo.

e altro ancora: Haiti è il volto più visibile del fallimento della Petrocaribe Chavista

Biden, che ha lasciato la Casa Bianca per una visita in Illinois, ha affermato che “mancano ancora molte informazioni” su quanto accaduto nel paese caraibico, ma ha affermato che la situazione è “estremamente preoccupante”.

Considerato “il cuore della politica haitiana” dagli analisti E patria di oltre un milione di immigrati dalla nazione caraibica – che ha posto una forte opposizione a Moyes a Washington – gli Stati Uniti sono visti come cruciali per risolvere l’attuale crisi politica e sociale nel paese, che ha occupato militarmente tra il 1915 e il 1943.

Sebbene inizialmente sostenesse il governo Moïse, la Casa Bianca ha guardato con preoccupazione alle recenti azioni del presidente e ha iniziato a opporsi a un referendum costituzionale, come voleva il capo di stato assassinato. Allo stesso tempo, ha difeso lo svolgimento delle elezioni legislative e presidenziali di quest’anno, pur riconoscendo che il percorso per il ballottaggio non sarà né facile né stabile. Resta da vedere se ci sarà un cambio di rotta nella politica del governo Biden, con la morte di Moyes.

READ  I leader di tutto il mondo aumentano la pressione sulla Bielorussia La Gazzetta Nazionale