Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

La legge del sovraindebitamento: sapere cosa cambia nella vita di un consumatore | Economia

Lo scorso luglio è entrata in vigore la legge che modifica il diritto dei consumatori e che prevede una serie di misure per evitare il cosiddetto “sovraindebitamento”.

Legge 14.181 / 21 Kan Con l’approvazione del presidente Jair Bolsonaro venerdì (2). È qui Aumenta la tutela di chi ha molto debito e non può pagarlo, e crea degli strumenti per contenere gli eccessi nell’offerta di credito.

Tra le nuove regole, i consumatori avranno diritto a una sorta di recupero giudiziale per rinegoziare i debiti con tutti i creditori contemporaneamente. La legge vieta inoltre qualsiasi tipo di molestia o pressione per sedurre i consumatori.

Il disegno di legge definisce l’indebitamento eccessivo come “l’apparente impossibilità di un consumatore, persona fisica, in buona fede, di pagare tutti i debiti del consumatore senza pregiudizio per un minimo esistenziale”.

Secondo un sondaggio mensile condotto dalla Federazione nazionale dei beni, servizi e commercio turistico (CNC), Il numero di famiglie gravate dai debiti in Brasile ha raggiunto il 69,7% a giugno La percentuale più alta dal 2010.

Guarda cosa cambia in pratica nella vita del consumatore:

1- Condizioni commerciali più eque per chi prende in prestito

Coloro che contraggono un prestito ma non sono completamente in grado di far fronte ai propri obblighi finanziari, sia a causa di disoccupazione, malattia o qualsiasi altro motivo che incida sul budget, avranno migliori condizioni di negoziazione.

Secondo Idec, gli studi dimostrano che nel tentativo di estinguere questi prestiti, molti consumatori finiscono per contrarre altri debiti.

“L’approvazione della legge consentirà ai consumatori, oltre alla ripresa finanziaria, di ripristinare il loro potere d’acquisto e dignità, tagliando il ciclo di tasse imbarazzanti e sensibilizzando sull’uso del credito”, afferma l’economista.

Per legge, la sicurezza del consumatore è garantita prima che il debito diventi effettivo, così com’è Divieto di annunci di prestito di tipo “senza consultazione SPC” Non valutare la condizione finanziaria del consumatore.

2- Recupero eliminazione

Sarà possibile rinegoziare il debito con tutti i creditori contemporaneamente. L’idea è quella di garantire un trattamento più equo per i consumatori, come accade quando le aziende dichiarano bancarotta. Il debitore può chiedere alla magistratura di avviare il processo di revisione del contratto e fornire un piano di pagamento fino a cinque anni.

In assenza di accordo, il giudice può stabilire un piano giudiziale obbligatorio per il consumatore e per i debitori, fissando termini, importi e forme di pagamento, nel rispetto del minimo di sopravvivenza per il consumatore.

3- Garantire un minimo esistenziale.

Il reddito minimo che una persona deve pagare per le spese di base non può essere utilizzato per estinguere i debiti. colui il quale Questa misura impedisce ai consumatori di contrarre nuovi debiti per pagare le bollette di base, come acqua ed elettricità.

“L’idea non è quella di incoraggiare il default, ma di pagare il debito con una parte della paga, senza approfittare del debitore”, dice Ioni.

Idec avverte: se la banca non consegna una copia del contratto con queste informazioni, si tratta di una pratica illegale e il consumatore può far valere i propri diritti.

5- Porre fine alle molestie e alle pressioni dei clienti

Con la legge, se Rende illegale qualsiasi tipo di molestia o pressione per sedurre i consumatori, incluso un premio, ad esempio. Principalmente per anziani, analfabeti e deboli.

Secondo Idec, chiunque si senta sotto pressione durante il processo di assunzione può dire di no e dovrebbe denunciare la banca. Il reclamo può essere presentato al gestore o al call center dell’ente. Se il problema non viene risolto, la persona dovrebbe parlare con l’ombudsman e presentare un reclamo alla banca centrale.

Affinché la legge prevalga e sia effettivamente rispettata, la banca centrale e gli enti, come avvocati e difensori pubblici in tutto il paese, dovranno seguire una formazione per regolamentare le nuove regole e fornire la corretta accoglienza al consumatore. Per Ione, dell’Idec, sarà necessario adottare degli standard per l’efficacia della legge.

7- Più educazione finanziaria

La modifica della legge prevede ulteriori accorgimenti per informare il consumatore e capire esattamente i pro ei contro quando si stipula un prestito.

“La nuova legge valorizza l’educazione finanziaria, incoraggia il consumo consapevole e consente l’accesso alle risorse finanziarie in modo sostenibile. In un periodo come questo viviamo, e siamo ancora colpiti dalla pandemia, un Paese con strumenti legali per reagire “, afferma Elias Sfeir, presidente dell’Associazione nazionale degli uffici di credito (ANBC). L’eccessivo indebitamento fornisce condizioni più favorevoli per la ripresa sostenibile dell’economia.

Il presidente ha anche posto il veto alla disposizione che limita l’importo dei premi di credito detratti dal libro paga al 30% della retribuzione mensile e ha posto il veto alla disposizione che, nell’offrire prestiti deducibili dalla busta paga, vieta riferimenti a termini come “senza interessi” o “tasso zero”.

un Istituto brasiliano per la protezione dei consumatori (Idec) Dice che questi sono punti importanti che ancora avvantaggiano le banche nell’offerta di prestiti scontati dal libro paga, ma considera l’approvazione una vittoria.

“Con il veto, ci sono punti molto superficiali nella protezione dei consumatori, specialmente per gli anziani. Ma c’è la possibilità di scavalcare il veto o lottare per una legislazione specifica sul credito dedotto dai salari”, afferma Ioni Amorim.

Impara a riconoscere i segnali di sovraindebitamento e a non cadere in questa situazione

Impara a riconoscere i segnali di sovraindebitamento e a non cadere in questa situazione