Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

La pandemia di COVID-19 ha contribuito alla “democratizzazione della scienza”, afferma il Segretario di Stato – Observer

Il viceministro degli Esteri e della Salute ha difeso questo mercoledì che il Covid-19 ha contribuito a “democratizzazione della scienza‘, consentendo ai residenti di conoscere le espressioni scientifiche associate all’epidemia.

“Il Covid-19 ha portato la scienza in primo piano, l’ha messa al centro di tutta l’attenzione e ha contribuito a democratizzare la scienza, riponendo allo stesso tempo ogni speranza di umanità”, ha dichiarato Antonio Lacerda Sales al Science Meeting del 2021. A cura della Fondazione per la scienza e la tecnologia, in collaborazione con Ciência Viva e la Commissione parlamentare per l’istruzione, la scienza, la gioventù e lo sport.

Secondo il Segretario di Stato, “mai successo come negli ultimi sedici mesi” sono stati diffusi tanti dati scientifici quasi in tempo reale, il processo scientifico è stato molto accessibile e trasparente e gli scienziati hanno potutoTanta serietà, diligenza e attività“.

“Sono sicuro che gran parte della popolazione ha familiarità con espressioni come RT-PCR, antigeni e test rapidi del siero, sequenziamento genico, varianti coinvolte e vaccini a RNA ed espressioni che erano in un passato non troppo lontano”, ha affermato. Lacerda vende.

Secondo lui, il progresso della ricerca applicata alla salute ha anche permesso, negli ultimi decenni, al Portogallo di registrare una diminuzione del tasso di mortalità. Riduzione oltre il 50% e il 13% della durata del soggiorno. “Nonostante gli incalcolabili progressi compiuti, è ancora necessario migliorare l’interrelazione tra scienza e salute”, ha considerato il viceministro degli Affari esteri e della Salute.

pub • Continua a leggere sotto