Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

L’Italia festeggia la gloria nel calcio

18 mesi dopo lo scoppio della nuova epidemia di Corona Virus (Covid-19), l’Italia ha celebrato lunedì (12) il successo della squadra di calcio del Paese, che ha vinto il titolo europeo per la prima volta dal 1968. E domenica scorsa (11) gli italiani conquistano il titolo principale delle selezioni continentali Il vecchio dopo la sconfitta dell’Inghilterra a Wembley.

Guidati dall’allenatore Roberto Mancini, i giocatori sono sbarcati sul suolo italiano poco dopo l’alba, mentre molti tifosi hanno ancora preso parte al fresco mattutino, con l’odore dei fuochi d’artificio che si diffondeva per le strade e le bandiere che sventolavano dai finestrini delle auto.

“Avevamo davvero bisogno di incontrarci di nuovo, di festeggiare, di essere felici e di condividere un momento. Ne avevamo davvero bisogno”, ha detto Sarah Giudice, residente a Roma.

Nel pomeriggio, la squadra è stata ospite d’onore al Palazzo del Quirinale del Presidente Sergio Mattarella, prima di compiere un breve viaggio nel centro di Roma per essere accolti dal Presidente del Consiglio Mario Draghi.

L’autobus biancoblu dell’Italia si è mosso lentamente per le strade piene di tifosi sbandieratori prima di una festa nell’ufficio del presidente del Consiglio.

“Ci ha motivato, emozionato, dato gioia e abbracci”, ha detto Draghi alla Nazionale, che era accompagnata dal tennista Matteo Berrettini (il primo italiano a raggiungere la finale a Wimbledon, dove domenica scorsa ha perso contro Novak Djokovic).

“Ha rafforzato in tutti noi il senso di appartenenza all’Italia”, ha detto Draghi.

Al di fuori del protocollo originale, la squadra italiana è salita a bordo di un altro autobus scoperto che scendeva da Via del Corso a Piazza Venezia, i giocatori salutavano la folla e alzavano il trofeo.

READ  Scopri dove guardare la decisiva partita tra Corinthians e Inter de Limeira al Campeonato Paulista

L’Italia è stato il primo Paese occidentale ad essere attaccato dal coronavirus lo scorso anno e ha registrato finora 127.775 morti per la malattia, più di qualsiasi altro Paese europeo tranne il Regno Unito.

La maggior parte delle restrizioni volte a contenere l’infezione sono state revocate e domenica è sembrata una liberazione in molte arene in tutto il paese, poiché la vittoria del calcio è stata accolta con un’esplosione di applausi, clacson e lacrime.

“Ero davanti ai nostri occhi. Ero nei nostri cuori. Il dolore di chi ha sofferto. La sofferenza di chi è stato messo in ginocchio dall’epidemia”, ha scritto su Twitter il capitano italiano Giorgio Chiellini.

La squadra conosciuta come Azzurra ha ravvivato l’orgoglio degli italiani.

“Il calcio non è né una metafora della vita né della politica, ma la nazionale sembra sempre essere la nazione che rappresenta. Il mese scorso la squadra di Mancini ci ha ricordato che, in fondo, essere italiani non è una brutta cosa”, riportava il quotidiano. . Corriere della Sera.

Altrove nel paese, una band si è esibita per le strade dell’isola meridionale di Lampedusa, i fan hanno vagato per i canali di Venezia e una sfilata di suonatori di clacson ha suonato lungo la stessa strada di Bergamo dove i camion dell’esercito si sono allineati l’anno scorso. Per raccogliere fondi per le vittime del COVID-19.

READ  La UEFA concorda un nuovo coordinamento per i campioni durante la crisi della Liga | Champions League

Applausi da tutte le parti, dai politici ai preti, nella speranza che il successo sul campo di calcio mandi un messaggio più ampio a un Paese che lo scorso anno ha registrato la peggiore recessione dalla seconda guerra mondiale e che ora cerca il successo.