Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Lo Spazio Culturale Unifor riapre per le visite faccia a faccia con due gallerie gratuite – Verso

L’arte continua come incoraggiamento per giorni così difficili. Questo martedì (15), Spazio Culturale Unifor Torna alle visite faccia a faccia. Per la tanto attesa riunione, l’attrezzatura culturale porta le mostre di “50 Duetos” e “Águas de Março”. gratuitoRaccoglie circa 150 opere e celebra il mezzo secolo della Fondazione Edson Queiroz, creata nel marzo 1971.

Dal martedì al venerdì (dalle 9:00 alle 18:00), così come il sabato e la domenica (dalle 10:00 alle 18:00), il pubblico può apprezzare la raccolta, nel rispetto di tutti i protocolli di biosicurezza. Un riferimento nella diffusione dell’arte in Brasile, uno spazio che è stato adattato al contesto della pandemia e ha una programmazione virtuale negli ultimi mesi.

Leggenda:
Duetto composto da Maciej Anthony Babinski e Rubens Gershmann (1942-2008)

immagine:
Ares Source

Con la riapertura annunciata dal governo statale, “50 Duets” e “guas de Março” stanno superando il mondo digitale e sono, da martedì (15) aperti al pubblico. Con diverse proposte, è un’opportunità per entrare e vivere la storia della cultura brasiliana, nordorientale e del Ceará.

ricchezza culturale

Inaugurato ufficialmente nel marzo di quest’anno, “50 Duetos” è sponsorizzato da Dennis Matar. Vari artisti, periodi e tecniche sono associati in più di 100 opere nella collezione della Fondazione Edson Queiroz.

L’obiettivo è “aprire la strada a un nuovo modo di pensare e motivare il pubblico a pensare”, ha spiegato Dennis, al momento dell’inaugurazione.

Il “50 Duetos” consente dinamiche diverse e presenta anche esperienze sensoriali risvegliate da acustica, video e musica che completano i riferimenti al visitatore.

I visitatori, ad esempio, potranno ascoltare la testimonianza dell’artista Joao Camara di Paraíba (1944) in “Langueur do Autumn / The Tango in Maracordy”, del 1989, il cui duo è composto da “figure femminili” (create intorno al 1900) da Belmiro Barbosa de Almeida.

READ  Il geofisico Roy Mora è un candidato astronauta perché fare scienza nello spazio è "superiore"

poesia attuale

La composizione del leader carioca Tom Jobim (1927-1994) ha ispirato il battesimo della mostra “asguas de Março”. La nuova mostra dell’artista Sergio Hill è composta dalle serie “Resurgentis” e “Paradisus”. Questa raccolta mette in luce gli ultimi sette anni di carriera della pittrice Ciara.

Leggenda:
Con 50 opere, la mostra “Águas de Março” segue tutti i protocolli di biosicurezza richiesti dal momento.

immagine:
Ares Soares

La collezione comprende 50 opere ed è curata da Isabel Georgel. La natura è il riferimento primario per l’insieme delle incisioni su tela, pietra e argilla. I materiali sono completati da processi produttivi realizzati con incisioni pirografiche e tecniche scolpite nella pietra Kariri.

“Águas de Março” è la più grande mostra personale mai realizzata da un regista. Il video promozionale di seguito mostra come sono organizzati gli impatti concettuali e di ricerca del gruppo.

Sérgio Helle ha partecipato a nove edizioni di Unifor Plástica, la prima nel 1983. È stato premiato in due, 1991 e 2011. L’artista visivo si è laureato all’Unifor in Business Administration nel 1986.

È autore dei libri “Acqua” (2010), “Sérgio Helle – infogravuras” (2013), “Perfil Cearense” (2013), e “Paradisus – Reverence for the Sacred” (2018).

servizio:

Spazio Culturale Unifor. Dal martedì al venerdì (dalle 9:00 alle 18:00), il sabato e la domenica (dalle 10:00 alle 18:00). Washington Soares Street, 1321. Distretto di Edson Queiroz. Tel: (85) 3477.3319.


Interessato a ricevere contenuti più divertenti?