Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Marcos Pontes vuole incoraggiare il settore privato a investire nella scienza

Il ministro della Scienza, della tecnologia e dell’innovazione Marcos Pontes vuole incoraggiare il settore privato a investire nella scienza e nella tecnologia. Sebbene la proposta arrivi in ​​un momento di tagli di bilancio in portafoglio, non è stata stabilita ora e c’è persino una segreteria generale per creare “una cultura di formalizzazione dei progetti in modo che diventino attraenti per gli investimenti stranieri”. Pontes è stato intervistato lunedì (3) del programma televisivo Sem Censura sulla TV brasiliana e ha anche parlato della pandemia, del vaccino contro il covid-19 Versamuni con tecnologia nazionale e di come incoraggiare la partecipazione dei giovani alla scienza, Base de Alcântara, portfolio tagli al budget, tra gli altri temi.

Punts ha citato l’esempio della Corea, dove il 22% degli investimenti in scienza e tecnologia proviene da investimenti pubblici e il 78% da investimenti privati. “Per attrarre investimenti privati, è necessario disporre di progetti attraenti e ben organizzati. Ecco perché abbiamo creato un’intera rete di uffici e progetti in diversi istituti di ricerca e creato una serie di strumenti, come incoraggiare le obbligazioni, una serie di possibilità di partecipazione pubblica o commerciale al finanziamento delle tecnologie “, ha affermato il ministro.

Il ministero ha subito quest’anno un taglio al bilancio, portandolo a 2,7 miliardi di reais, che Pontes ha classificato come “danno”. Pontes ha commentato la riduzione del portafoglio e delle sue spese, sottolineando l’importanza delle sovvenzioni CNPq per mantenere la ricerca di base nel paese. “Questa ricerca di base supporta tutto il resto relativo a come la trasformazione e come vengono irrigati questi nuovi prodotti”, ha detto.

In pratica, secondo il ministro, l’intero ministero deve subire dei tagli. “Sono riuscito a mantenere, senza alcun taglio alle unità di ricerca, sia nel 2019 che nel 2020, ora dovremo tagliarlo e poi arriva il danno. I sondaggi non sono qualcosa che puoi attivare o disattivare, hai un budget e all’improvviso annulli quel budget. Puoi ritardare molti anni in “Questa ricerca. Questo è esattamente il danno, per non sprecare anni di ricerca. Ha detto: Abbiamo ridotto molto la parte amministrativa, ma ci vuole un po ‘di tempo istituire sistemi speciali di finanziamento per progetti nelle unità di ricerca o all’interno delle segreterie. “

READ  Mauro Cezar torna in onda al Santo x San Lorenzo e condivide le opinioni online

Siero

Pontes ha parlato anche del vaccino Versamunic, che contiene il 100% di tecnologia nazionale. Per condurre ora la fase di test con i pazienti, i test sono suddivisi in tre fasi, fase 1 e 2 che certificano praticamente la sicurezza del vaccino, con 360 pazienti, e fase tre con 25.000 pazienti per verificare l’efficacia del vaccino.

Il primo e il secondo stadio di Versamunic costano 30 milioni di rial, e sono già garantiti per il primo vaccino a cui è entrato Anvisa, e secondo Pontes, ora la battaglia per R $ 310 milioni è per la fase 3. “Abbiamo discusso e detto il Ministero di L’economia si affida al ministero dell’Economia ed è a portata di mano L’economia ora deve ottenere il resto della risorsa.

Guarda sulla TV brasiliana