Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Microsoft annuncia l’addio definitivo a Internet Explorer

La corrispondente della BBC Technology Zoe Kleinman

Pubblicato il 24/05/2021 21:19 / Aggiornato il 24/05/2021 21:23

Il gigante della tecnologia ha affermato che Internet Explorer, il browser di riferimento di Microsoft, andrà in pensione il prossimo anno dopo oltre 26 anni di servizio.

Il browser web veterano è stato lanciato con Windows 95.

Microsoft ha scritto sul blog dell’azienda, non apparirà più nelle edizioni consumer di Windows 10 dopo giugno 2022.

L’azienda ha disattivato il vecchio browser per diversi anni, ma nel 2019 ha dovuto rilasciare una versione di emergenza per motivi di sicurezza.

A quel tempo, si stima che circa l’8% delle persone lo utilizzi ancora.

La sua alternativa, Microsoft Edge, ha la modalità di compatibilità di Internet Explorer, che continuerà a funzionare.

‘Più veloce e più sicuro’

Alcuni dei siti Web più vecchi, in particolare gli strumenti Web interni dell’azienda, sono basati su una tecnologia Internet antica, che i browser moderni hanno difficoltà ad affrontare.

In un blog aziendale, il direttore di Microsoft Edge Sean Lyndersay ha scritto che il browser più recente è stato “un’esperienza di navigazione più veloce, più sicura e più moderna” ed è ora più in grado di gestire le applicazioni legacy.

In un post separato che affronta le domande, Microsoft ha chiarito che ci saranno alcune eccezioni al ritiro, anche per le versioni precedenti di Windows.

Tra il 2000 e il 2005, Internet Explorer deteneva il 90% della quota di mercato (Google Chrome è il browser più utilizzato oggi). Ma nel 2013, Microsoft è stata multata di 561 milioni di euro per non aver promosso browser alternativi all’interno del suo sistema operativo Windows.

READ  Tutto su Realme 7 Pro: specifiche, prezzo e lancio | cellula

Il sistema ha introdotto un popup di “selezione del browser” nel 2010, ma la funzione è stata disabilitata in un aggiornamento l’anno successivo. Microsoft ha detto che c’è un errore.

Nuova fonte

Il gigante della tecnologia sta raccogliendo anche un’altra parte della sua storia: nell’aprile di quest’anno ha annunciato di voler cambiare la sua linea di default, Calibri, in tutti i suoi prodotti. È stato il principale dal 2007.

L’azienda invita gli utenti a votare per una fonte preferita tra cinque concorrenti e afferma che il voto migliore sarà nel suo nuovo formato.


Hai già guardato i nostri nuovi video su Youtube? Iscriviti al nostro canale!

Appendice BBC