Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Pagnia offre i risultati di una scelta coraggiosa e una ricompensa Ducati

Mark Marquez conclude la gara stanco ed emozionato a Portimo (Video: MotoGP)

Nel 2020, la Ducati ha scelto di concludere la sua partnership con il duo di piloti Andrea Tovigioso e Danilo Petrucci. Entrambi saranno rilasciati entro la fine dell’anno come parte della trasformazione della casa automobilistica italiana per la stagione 2021 della MotoGP. Insieme a questo, Francesco Pagnia e Jack Miller di Brama sono andati alla squadra principale.

Tuttavia, Pagnia ha sempre sollevato dubbi. Dopo due stagioni sensate in MotoGP, con un podio al GP di San Marino dello scorso anno, si vociferava che sarebbe venuto a incontrare la “quota italiana” dei Raiders nel team ufficiale Ducati. Quindi, secondo alcune cattive azioni, è andato subito ad occupare un posto, infatti, sarebbe Johan Sarkozy. Il francese è esperto, seduce altre case automobilistiche ed è pronto a riprendersi dal fallimento della KTM.

È assurdo mettere in discussione il talento di Baknaya. Nonostante sia passato dalla lotta per il campionato in Moto 3, ha vinto la Moto 2 nel 2018 con la potenza. È una testimonianza della classe regina ai Campionati del mondo di motociclette. Veloce, spesso emozionante e crea spettacolari cascate. Ad esempio, dopo la caduta dell’allenamento del GP della Repubblica Ceca, ha perso tre posizioni nel 2020 con una gamba rotta.

Francesco Pacnia ha annullato il suo giro in classifica, ma si è unito al team a Portimo (Foto: Ducati)

Trova il canale Grand Prix su Luce web.
Segui il Gran Premio Twitter E no Instagram.

Nel 2021, all’inizio della stagione in Qatar, gli italiani conquistarono la pole e terminarono la gara al terzo posto. Dopo essere arrivato sesto a Doha, ha superato le sofferenze di Portimo. Pagnia ha dimostrato il suo coraggio perdendo la pole per aver insultato le bandiere gialle e finendo 11 ° e arrivando secondo.

READ  Northern Tribune - Trama di Pearsot

Ma la scelta per Sarko non è assurda, è vero. Il due volte campione di Moto 2 e titolare di risultati positivi in ​​MotoGP, che ha accettato il piano KTM nel 2019, ha raggiunto la fase peggiore quando è stato eliminato a metà stagione. Ha comunque fatto le ultime tre gare con la LCR Honda, ma senza troppa enfasi. Dopo un bel giro nella modesta Avindia nel 2020, la possibilità di rinascere in Ducati sembrava grande, ma non è andata.

Non volendo “evitare la linea”, la Ducati ha voluto mettere Sarco un gradino sotto il team ufficiale di Brahma. E non è rimasto deluso. Con una prestazione strepitosa, ha costruito due tappe in Qatar e ha guidato il campionato dopo il doppio round. Il round, che si è svolto a Portimo, sembra essere stato un ostacolo nel bel mezzo di un promettente campionato di 30 anni mentre lottava per le prime posizioni.

Johan Sarko gestisce due tappe nel doppio round del Qatar (foto: Pramak)

Guarda anche
Guardaro eccelle nella revisione con Portimo e mostra maturità in MotoGP
Polemiche a Portimo collegano l’allerta MotoGP a nuovi pannelli e limiti di pista
Patetico, patetico GP portoghese. I Vinoles hanno la sfida di dimostrare che è stato un incidente
Quando? Haters alzerà il tono e rimuoverà i piloti della MotoGP dai social media

Tuttavia, la Ducati ha ottenuto le selezioni giuste per il 2021 ed è irragionevole pensare che questo ordine verrà modificato in questa stagione. Non è però assurdo pensare che Sarco possa essere al posto del deludente Jack Miller, con appena 14 punti e un appoggio buttato nella spazzatura. Ma è sicuramente un argomento per un altro testo.

READ  La Nazionale italiana invita il Santa Catarina di Imbitupa all'Euro Cup

Con tre griglie complete, il Pacquiao è uno dei favoriti per il titolo, soprattutto con la buona prestazione di Fabio Guardaro della Yamaha. Tuttavia, è improbabile che lo renda uno dei personaggi di spicco della MotoGP dell’anno. La scelta della Ducati è perfetta quando si raccolgono i frutti, cosa che finora gli italiani non hanno mancato. Il culmine sarà il titolo, qualcosa che il guidatore della casa automobilistica non vede dal 2007, ma in questo caso un capitolo attende Baknaya nella storia.

Segui GRAND PRIZE sui social media:
Luce web | Facebook | Twitter | Instagram | Pinterest | Trazione | Dailymotion