Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Prada lancia il programma per la diversità dopo essere stato accusato di razzismo – Época Negócios

(Foto: Getty Images)

un Griffe Giovedì (13) l’azienda italiana Prada ha annunciato una serie di iniziative per rafforzare il proprio impegno diversitàEquità e inclusione nell’azienda e nel settore della moda nel suo complesso per contrastare le accuse di razzismo.

“Siamo molto orgogliosi di annunciare questo programma dettagliato, che riflette l’impegno del Gruppo Prada per lo sviluppo, il reclutamento e il trattenimento dei talenti in azienda, in termini di diversità e creazione di una cultura inclusiva”, ha affermato Lorenzo Bertelli, Head of Marketing and Responsibility presso il azienda. Marchio sociale.

Per aumentare la rappresentanza nel settore, il marchio di lusso ha lanciato un programma di stage retribuito e ha firmato una partnership con il Fashion Institute of Technology di New York (FIT) per formare borse di studio per formare professionisti nel settore della moda e studenti universitari neri negli Stati Uniti e Africa.

Il gruppo sta anche lavorando con il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) per sviluppare un corso di formazione dedicato alla moda – che sarà inizialmente lanciato in Ghana e Kenya – che mira a promuovere l’uguaglianza di genere in Africa.

Inoltre, Prada collaborerà con l’artista e innovatore sociale Theaster Gates per creare un “laboratorio di design” per designer e artisti delle comunità minoritarie di Chicago, New York e Los Angeles.

“Il Gruppo Prada sta intraprendendo azioni reali e significative che ampliano le opportunità di carriera e di carriera per le persone di colore nel settore della moda”, ha affermato in una nota Melika Saville, Direttore della diversità, uguaglianza e inclusione, Prada Nord America.

Il dirigente ha aggiunto che Prada comprende “le barriere all’ingresso nel settore della moda e l’importanza della recitazione”.

READ  Ad Arvorezinha, Leite sta co-lanciando un libro sull'immigrazione italiana in Republika Srpska

Nel 2018, la Commissione per i diritti umani di New York ha aperto un’indagine contro il marchio italiano dopo che la società è stata criticata per la vendita di statue che assomigliano ai cartoni razzisti storicamente utilizzati per disumanizzare i neri.

Le creature della presunta “Pradamalia” – evidenziate nella sua vetrina a Soho, New York – hanno acceso la rabbia con le sue labbra rosse esagerate, che ricordano caricature dalla faccia nera.

Per concludere l’indagine, Prada ha accettato di “investire negli sforzi di giustizia riparativa per combattere il razzismo e promuovere la diversità e l’inclusione negli affari, nella pubblicità e nei prodotti di marca”, secondo una dichiarazione del febbraio 2020.