Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Ryanair farà appello all’UE e ai tribunali se l’Italia pompa 3 miliardi di dollari nella nuova Alitalia

Ryanair ha annunciato sabato che farà appello alla Commissione europea e ai tribunali europei contro la decisione del governo italiano di iniettare 3.000 libici in ETA, la compagnia aerea nata Alitalia, in bancarotta dal 2017.

Una volta che quel denaro sarà stato iniettato nella nuova società, andremo avanti. Aspettiamo e vediamo cosa succede, ma ovviamente si tratta di aiuti illegali e difenderemo i nostri interessi impugnando quest’ultimo prestito”.Lo ha detto il CEO della compagnia aerea low cost irlandese Eddie Wilson in un’intervista pubblicata sabato su La Repubblica.

Il governo italiano è in trattative con Bruxelles per dare il via libera alla nuova compagnia aerea ETA, che Roma ha promesso di fornire nel 2020 per un importo di 3.000 milioni di euro per potenziare le sue operazioni in fase iniziale e consegnare direttamente i beni sanitari di Alitalia.

La Commissione Europea ha chiesto l’apertura di una vera gara a prezzi di mercato e aperta alla concorrenza.

In questo contesto, Ryanair potrebbe essere interessata ad acquistare alcuni asset da Alitalia, come i diritti di decollo e atterraggio negli aeroporti di Milano Linate e Roma Fiumicino, secondo Wilson.

L’Italia rappresenta il 32% del nostro business, con una quota di mercato del 28%”Ha spiegato, osservando che Ryanair ha recentemente aperto nuove basi in diverse città del paese.

Crediamo di poter continuare a crescere in Italia, così come nel resto d’Europa: oggi abbiamo il 60% della capacità offerta nel 2019, l’ultimo anno prima dello scoppio, e dal 2022 in poi contiamo di continuare ad aumentare, potenzialmente la prossima estate, i livelli di due anni fa”, Ha aggiunto.

Ha affermato che compagnie come Ryanair consentono “voli all’interno di un paese per pochi euro”, mentre “le compagnie aeree a servizio completo, oltre a ricevere enormi aiuti dai loro stati, a differenza di Ryanair che non ha ottenuto un solo euro di denaro pubblico, avrebbero devono addebitare tariffe “più alte che mai perché non possono competere sui costi”.

READ  Una crisi imminente in Italia potrebbe dettare l'uscita dell'euro, avvertono gli economisti - Executive Digest

Eddie Wilson suggerì quindi che la nuova compagnia italiana mantenesse le rotte a lungo raggio, e lasciasse Ryanair e altre compagnie low cost, per il corto e medio raggio, perché Ita “non avrebbe la possibilità di volare su queste rotte ed essere redditizia”. ,” Egli ha detto.

Ho l’impressione che non ci sia nulla di veramente nuovo e che alla fine Eta sarà un’estensione di Alitalia. Con i soliti problemi di decenni (…) in cui il mercato e l’economia andavano bene, Alitalia ha perso. Quando è scoppiata la crisi del coronavirus, Alitalia è stata anche peggio”., è finita.

Interrogato sull’atterraggio forzato di uno dei suoi aerei in Bielorussia e sull’arresto del giornalista dissidente bielorusso Roman Protasevic, l’amministratore delegato di Ryanair si è limitato a dire che la compagnia aerea Piena collaborazione con i servizi di sicurezza dell’Unione Europea e della NATO..