Semec sta visitando uno spazio accogliente per gli indiani Warao

Continua

La Segreteria Municipale per l’Educazione (Semec), attraverso il Nuovo Coordinamento dell’Istruzione Scolastica per Indigeni, Immigrati e Rifugiati (CEIIR), martedì 13, ha visitato lo spazio di accoglienza per gli indiani di etnia Warao, situato nel distretto di Tapana. La Fondazione Papa João Paulo XXIII è responsabile del rifugio e attualmente serve 164 persone indigene.

Il professor Wendel Tembé, responsabile di CEIIR e il suo team hanno imparato a conoscere lo spazio e i server che avrebbero monitorato lo sviluppo degli studenti indigeni iscritti alla rete, guidandoli su come condurre l’insegnamento a distanza.

Delle 164 popolazioni indigene che sono state accolte nel luogo, 55 erano iscritte alla scuola elementare della scuola comunale della professoressa Maria Heloisa de Castro e 92 erano iscritte all’educazione della prima infanzia presso la scuola comunale di Nosso Lar, entrambe situate nel quartiere di Tabana.

Il coordinamento visiterà anche le scuole comunali del professor Pedro Demo, che servono sei studenti; Monsignor Azevedo con 17 studenti; La Child Education Unit (UEI) Itaitoa con 26 studenti, situata nel distretto di Outeiro. In totale, la rete serve 196 studenti indigeni.

“Oggi ho avuto il grande privilegio di visitare i nostri parenti di Warao, gli indigeni che sono rifugiati nella capitale del Pará. Siamo con una squadra e abbiamo chiuso più partnership tra Semec e Funpapa. Abbiamo visto l’importanza del loro servizio , a causa del momento difficile che stiamo affrontando. Funpapa e UNICEF, e siamo pronti a creare nuove partnership per aiutare le popolazioni indigene nel miglior modo possibile “, ha affermato il professor Wendell Tempe, coordinatore del CEIIR.

READ  Il poliziotto trascorre più di 40 giorni in ospedale e quando esce ringrazia Dio e la scienza - capitale
Lia Boni

Lia Boni

"Evangelista di Internet. Scrittore. Alcolista hardcore. Amante della TV. Lettore estremo. Drogato di caffè. Caduta molto."

Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *