Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Sopravvissuti cinesi del Titanic che arrivarono negli Stati Uniti e furono respinti | Scienziato

Quando la lussuosa nave passeggeri britannica Titanic affondò nell’Oceano Atlantico nell’aprile 1912, migliaia di persone caddero nelle acque gelide.

Solo una scialuppa di salvataggio è tornata dal relitto per cercare sopravvissuti.

Nell’oscurità, la squadra di soccorso ha trovato un giovane cinese che stringeva una porta di legno, tremante ma ancora vivo.

Quell’uomo era Fang Lang, uno dei sei cinesi sopravvissuti al Titanic, e il suo salvataggio è stato l’ispirazione per una famosa scena del film del 1997 Titanic a Hollywood.

Ma questa miracolosa sopravvivenza non era la fine del suo calvario.

Ventiquattro ore dopo il loro arrivo al checkpoint degli immigrati a Ellis Island, New York, sei sopravvissuti del Titanic cinese sono stati espulsi dal paese a causa della legge cinese sull’esclusione, una legge controversa e razzista che vieta l’immigrazione cinese. stato unito.

I Sei Uomini sono scomparsi dalla storia – fino ad ora. Un film documentario appena uscito in Cina, The Six, fa luce sulle loro identità e vive per 109 anni nel viaggio.

Lo sfortunato Titanic affondò nel 1912 – Immagine: Getty Images via BBC

Il film rivela una storia al di fuori del Titanic, plasmata dalla discriminazione razziale e dalla politica anti-immigrazione che ha acquisito una risonanza speciale oggi dopo i recenti crimini d’odio contro persone di origine asiatica negli Stati Uniti.

Chi sono i sei sopravvissuti cinesi?

Gli uomini sono stati identificati come Li Bing, Fang Lang, Chang Chip, Ah Lam, Chung Fu e Ling Hee. Si ritiene che fossero marinai che stavano andando a lavorare nei Caraibi.

“Come gruppo di persone che sono state insieme, sono stranamente sconosciute”, dice alla BBC Arthur Jones, regista e regista britannico di The Six.

I nomi dei sopravvissuti cinesi erano sulla lista dei passeggeri della nave e le notizie sull’affondamento del Titanic menzionate brevemente.

Ma a differenza di altri sopravvissuti del Titanic che hanno ricevuto elogi dalla stampa, gli uomini cinesi sono stati offuscati dal sentimento anti-cinese in Occidente all’inizio del XX secolo, secondo storici e ricercatori.

In un rapporto presentato pochi giorni dopo l’affondamento, ad esempio, il Brooklyn Daily Eagle ha descritto i sopravvissuti cinesi come “creature” che sono saltate su scialuppe di salvataggio “al primo segno di pericolo” e si sono nascoste sotto le panchine.

Ma la ricerca del team di produzione del documentario ha dimostrato che questa affermazione era sbagliata.

Hanno costruito una replica della scialuppa di salvataggio del Titanic e hanno trovato impossibile per i cinesi nascondersi senza vederli.

“Penso che oggi vediamo la stessa cosa”, dice Jones. “Vediamo immigrati usati come capri espiatori dalla stampa”.

Un biglietto elenca i nomi degli otto passeggeri cinesi sul Titanic – sei dei quali sono sopravvissuti – Foto: LP Filmes

Altri servizi giornalistici all’epoca accusavano uomini cinesi di indossare abiti femminili per dare la priorità a cavalcare le scialuppe di salvataggio.

Tim Maltin, storico della storia del Titanic, afferma che non ci sono prove che i sopravvissuti cinesi si siano nascosti o si siano camuffati da donne.

Ha detto alla BBC: “Queste sono storie che la stampa e il pubblico hanno inventato dopo l’evento”.

Le voci probabilmente provenivano dallo stigma associato ai molti sopravvissuti del Titanic, poiché il pubblico in generale all’epoca credeva che le donne e i bambini dovessero avere la priorità nelle operazioni di salvataggio.

Un biglietto elenca i nomi degli otto passeggeri cinesi sul Titanic – sei dei quali sono sopravvissuti – Foto: BBC

Secondo Maltin, gli uomini cinesi hanno cercato di aiutare altri sopravvissuti. Fang Lang, l’uomo che si legava a una porta galleggiante, remò sulla scialuppa di salvataggio che lo aveva salvato e aiutò a portare tutti a bordo in salvo.

Cosa è successo loro dopo l’incidente?

I sei uomini furono espulsi dagli Stati Uniti ei sei uomini furono inviati a Cuba. Ben presto trovarono la strada per Regno UnitoDove c’era carenza di marinai, molti marinai britannici si arruolarono nell’esercito durante la prima guerra mondiale.

Zhang Chip si ammalò sempre più dopo la fatidica notte sul Titanic e finì per morire di polmonite nel 1914, due anni dopo che la nave affondò. Fu sepolto in una tomba anonima in un cimitero di Londra.

Quando le notizie del disastro raggiunsero New York nell’aprile 1912, le persone si radunarono attorno ai cartelloni dei giornali – Foto: Getty Images via BBC

Gli altri lavorarono insieme in Inghilterra fino al 1920, quando il paese subì una stagnazione postbellica e aumentò il sentimento anti-immigrazione.

Alcuni di questi uomini cinesi hanno sposato donne britanniche nel Regno Unito e hanno avuto figli. Ma una politica anti-immigrazione li ha costretti a lasciare il Paese senza preavviso, lasciando indietro i propri cari.

“Non è stata colpa loro”, dice Jones, “tutte queste famiglie sono davvero separate dalla politica, che è qualcosa su cui non avevano alcun controllo”.

Ah Lam fu deportato a Hong Kong, mentre Ling Hee salì a bordo di un battello a vapore diretto a Calcutta, in India.

Li Ping è emigrato in Canada, mentre Fang Lang, dopo aver navigato per anni tra la Gran Bretagna e Hong Kong, è diventato un cittadino del paese che un tempo lo aveva respinto: gli Stati Uniti.

Somiglianze tra la storia e il presente

Tom Fong, figlio di Fang Lang, è nato a Milwaukee, nel Wisconsin, quasi mezzo secolo dopo l’affondamento del Titanic. Il nome della famiglia ha diverse ortografie in lingua inglese.

Per decenni non sapeva nulla dell’esperienza di suo padre sul Titanic.

“Lui (Fang Lang) non ne ha mai parlato. Né con me né con mia madre”, dice Fong alla BBC.

Tom Fong non sa nulla dell’esperienza di suo padre – Foto: BBC

Fang Lang morì nel 1985 all’età di 90 anni. A soli 20 anni dalla sua morte, Fong apprende per la prima volta da una persona cara che suo padre è sopravvissuto all’epico naufragio.

Fong crede che suo padre possa aver tenuto segreto sulla sua sopravvivenza sul Titanic a causa di una combinazione di traumi e stigma.

“C’erano molte informazioni che stavano sgattaiolando sotto la barca ed erano vestiti da donne …” dice. “Storie del genere circolavano in quel momento.”

Quando il team di ricerca del film ha rintracciato i discendenti dei sopravvissuti, molti di loro erano ancora riluttanti a condividere le loro storie di famiglia a causa dello stigma che i loro familiari avevano subito un secolo fa.

Fong è cresciuto nello stato americano del Wisconsin, e ha assistito a diversi incidenti in cui suo padre ha dovuto combattere il razzismo, incluso un uomo che li chiamava insulti.

“(Fang Lang) era un gentiluomo, finché non ha sentito di essere discriminato a causa della sua razza”, dice Fong.

Più di cento anni dopo, l’ostilità che i sei sopravvissuti cinesi hanno affrontato, stranamente, ha risuonato con il razzismo contro l’Asia alimentato dalla pandemia di coronavirus.

Solo negli Stati Uniti, negli ultimi mesi sono stati segnalati migliaia di casi di abuso, che vanno da sputi e molestie verbali ad aggressioni violente.

Fong ha scelto di condividere la storia della sua famiglia, sperando che il pubblico apprendesse la vera storia dei sopravvissuti del Titanic cinese e riflettesse sugli eventi attuali.

“Se non conosci la storia, si ripeterà”, dice Fong.

Video: notizie internazionali

READ  Un video clip mostra il crollo di un balcone con più di 15 persone a Malibu