Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Statue della regina Vittoria e della regina Elisabetta in Canada

Foto: i manifestanti demoliscono le statue della regina Vittoria e della regina Elisabetta II in Canada / Riproduzione Reuters

Demolizione dei manifestanti Statue della regina vittoria e Regina Elisabetta II Nella città canadese di Winnipeg, con rabbia crescente per la scoperta di I resti di centinaia di bambini In tombe non identificate nelle antiche scuole aborigene. “Nessun orgoglio per il genocidio”, ha cantato una folla di manifestanti prima di abbattere le statue dei re.

L’evento si è tenuto il giorno del Canada giovedì (1), quando le feste tradizionali si svolgono in tutto il paese.

Tuttavia, molte città quest’anno hanno annullato gli eventi poiché lo scandalo che ha coinvolto i bambini aborigeni ha fatto sì che i canadesi si opponessero alla loro storia coloniale. Il primo ministro Justin Trudeau ha affermato che oggi sarà un “tempo di riflessione”.

Quasi 1.000 tombe senza nome sono state trovate in ex scuole residenziali nella Columbia Britannica e nel Saskatchewan, gestite principalmente dalla Chiesa cattolica e finanziate dal governo.

Per 165 anni fino al 1996, le scuole hanno separato con la forza i bambini indigeni dalle loro famiglie, sottoponendoli a malnutrizione, abusi fisici e sessuali in quello che la Commissione per la verità e la riconciliazione ha definito un “genocidio culturale” nel 2015.

A Winnipeg, una folla esultò quando una statua della regina Vittoria cadde fuori dalla legislatura provinciale del Manitoba. I manifestanti, molti vestiti di arancione, hanno preso a calci la statua rovesciata e ci hanno ballato intorno. Il piedistallo e la statua sono dipinti a mano in rosso.

Anche una vicina statua della regina Elisabetta è stata demolita. È l’attuale presidente del Canada, mentre Victoria ha governato dal 1837 al 1901 quando il Canada faceva parte dell’Impero britannico.

Giovedì si sono svolte proteste a sostegno dei bambini indigeni anche a Toronto, centro finanziario del Canada, mentre il raduno #CancelCanadaDay nella capitale, Ottawa, ha attirato migliaia di persone per sostenere le vittime e i sopravvissuti del sistema scolastico residenziale.

Veglie e manifestazioni si sono svolte in altre parti del paese. Molti dei partecipanti indossavano abiti arancioni che divennero un simbolo del movimento.

Nel suo messaggio per il Canada Day, Trudeau ha affermato che la scoperta dei resti di bambini nelle vecchie scuole “ci spinge solo a riflettere sui fallimenti storici del nostro paese”. Ha detto che c’è ancora ingiustizia nei confronti dei popoli indigeni e di molti altri in Canada.

Un portavoce del primo ministro britannico Boris Johnson ha affermato che il governo condanna qualsiasi mutilazione delle statue della regina.

“I nostri pensieri sono con la comunità aborigena in Canada in seguito a queste tragiche scoperte e abbiamo seguito da vicino questi problemi e continuiamo a impegnarci con il governo canadese sulle questioni aborigene”, ha affermato.

* Copertura di Kanishka Singh a Bengaluru. Angus MacSwan Edition.

READ  Gli Stati Uniti rimuovono i siti Web iraniani accusati di disinformazione Scienziato