Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Una donna salvadoregna interrotta da un aborto accidentale ritrova la libertà dopo quasi nove anni | Scienziato

La salvadoregna Sarah Rogel, che è stata condannata a 30 anni di carcere per un aborto classificato come omicidio aggravato, ha lasciato il carcere lunedì (7) dopo che un tribunale ha concesso la sua liberazione condizionale anticipata la scorsa settimana, secondo AFP.

La 28enne Rogel, vestita di bianco, è uscita da un carcere femminile alla periferia della città di Zacateculuca, a 56 chilometri dalla capitale, San Salvador.

“Oggi Sarah sta riacquistando il suo rilascio anticipato”, ha detto alla stampa l’avvocato Carla Vackerano, del Citizens Group to Depenalize Therapeutic and Ethical Abortion and Eugenics, che fornisce supporto legale a Rogel.

Vackerano è andato in prigione per consegnare una lettera ufficiale di un tribunale che ordinava il rilascio della donna.

Dopo diverse ore di attesa, Rogel è apparso entrando nell’istituto e ha salutato con il lungo abbraccio delle altre donne detenute.

Venerdì, l’ufficio del procuratore generale ha annunciato che non avrebbe impugnato la decisione della Corte di controllo del carcere che ha concesso a Rogel la libertà vigilata giorni prima.

“È stata privata della sua libertà per quasi nove anni, perché riteniamo che sia stata accusata ingiustamente”, ha detto Vackerano.

I fatti che hanno portato al suo arresto sono avvenuti nel 2012. Rogel, che aveva 20 anni e otto mesi di gravidanza, è scivolata mentre lavava i panni nella sua casa nella città di Santa Cruz Anquito, 44 ​​chilometri da San Salvador, secondo The History .

Un tribunale l’ha accusata di omicidio premeditato e l’ha condannata a 30 anni di carcere, ma dopo diverse petizioni dell’ACDATEE, il tribunale ha ridotto la condanna a 10 anni, che sarà eseguita nell’ottobre 2022.

Codice penale salvatore Proibisce l’aborto in tutti i casi e impone pene fino a otto anni di carcere. Tuttavia, pubblici ministeri e giudici classificano gli aborti, compresi quelli involontari, come “omicidio divertente”, punibile fino a 50 anni di carcere.

Al suo rilascio, Rogel ha accolto il suo avvocato, è salito in macchina dove si trovavano i suoi parenti e li ha abbracciati.

Ora dovrà adempiere a diversi obblighi in libertà vigilata, come frequentare lezioni psichiatriche e non lasciare il Paese.

Video: G1 più visti negli ultimi 7 giorni