Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Baggio esplora la punizione di Tetra e litiga con suo padre

Roberto Baggio si è distinto per aver saltato un calcio di rigore nella finale del Mondiale 1994. L’italiano è stato espulso e i tifosi hanno lanciato il brasiliano che ha confermato la sua quarta vittoria in Coppa del Mondo. Questo errore termina nel bel mezzo di “Divino Baggio”, un film di fantasia di Netflix sulla vita dell’ex giocatore italiano che è entrato nel catalogo del lettore in streaming questa settimana.

Divino Baggio racconta la storia di Roberto Baggio

Foto: Stefano C. Montesi / Netflix

Se sei un appassionato di calcio e ti aspetti di vedere la grande prestazione del talentuoso attaccante, allora dovresti dimenticarlo. Nonostante abbia esplorato il rigore perduto di Baggio, il film ha finito per lasciare un po ‘da parte il calcio ed esplorare i drammi personali dell’ex giocatore.

Il difficile rapporto con il padre, che non sembra mai soddisfatto dei risultati ottenuti dal figlio, e le contusioni che seguono aiutano a costruire la storia del superamento. Gran parte della storia raccontata dalla regista Letizia Lamartine si svolge tra le finali dei Mondiali del 1994 e del 2002. Non si parla, ad esempio, della partecipazione di Baggio ai Mondiali del 1990.

Andrea Arcangeli caracterizado come Roberto Baggio

Andrea Arcangeli caracterizado come Roberto Baggio

Foto: Stefano C. Montesi / Netflix

Il film lascia lo spettatore in dubbio all’inizio quando il padre di Pagendo, Florendo, dice che suo figlio ha fatto una promessa dopo che l’Italia ha perso la decisione della Coppa del Mondo del 1970 in Brasile. “Ero desolato lì, sei venuto da me e hai detto che vincerò la coppa contro il Brasile per te, lo prometto”, ha detto.

Questa presunta promessa di guidare l’intera carriera di Baggio finisce. Il giocatore n. 10 ha avuto la possibilità di portare a termine l’accordo nella competizione americana, ma alla fine è diventato un grande cattivo. Nel film gli incubi mostrano il peso sentito dall’ex giocatore, il migliore al mondo l’anno precedente.

La produzione mostra anche il lato religioso di Baggio e mostra quanto il buddismo sia stato importante per il suo sviluppo come attore. Ha completamente cambiato il suo stile di vita con la conoscenza della fede.

Il film è una buona scelta per chi non sa nulla di quel ragazzo che ha sbagliato un rigore e ha fatto sentire Galvão Bueno sbalordito dalla trasmissione della sua fama di Rede Globo: “È finita, è finita … è una tretra!” Questo vale anche per gli appassionati di calcio che possono immergersi in un altro strato di uno dei giocatori più importanti della storia del calcio italiano.

READ  "Mi hai destabilizzato" · Telegiornale