Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Capire perché alcuni paesi usano vaccini diversi nella seconda dose – Notizie

I residenti di paesi come Italia, Regno Unito, Canada, Germania e Corea del Sud, tra gli altri, ricevono vaccini covid-19 da diversi produttori nella seconda dose.

Sebbene ci siano ancora alcuni studi robusti riguardo alla strategia, è stata indicata come un modo per impedire alle persone di non assumere la seconda dose a causa della mancanza dell’agente immunizzante in una particolare posizione della vaccinazione.

Il Regno Unito è stato uno dei pionieri dell’iniziativa. La British Medicines and Health Products Regulatory Agency (MHRA) enfatizza gli studi di immunogenicità (la capacità di un vaccino di provocare una risposta immunitaria) nei casi in cui vengono utilizzati farmaci diversi.

Tuttavia, l’agenzia riconosce la possibilità di scambiare agenti immunizzanti.

“Dovrebbe essere fatto ogni sforzo per determinare quale vaccino l’individuo ha ricevuto per la sua prima dose e per completare il programma a due dosi dello stesso vaccino. Per gli individui che hanno iniziato il programma e che si stanno recando per la vaccinazione in un luogo in cui lo stesso vaccino sta operando non è disponibile, ad esempio, se l’individuo ha ricevuto la sua prima dose all’estero, o se il primo prodotto ricevuto è sconosciuto, allora è ragionevole in queste circostanze fornire una dose di prodotto disponibile localmente per completare il programma “, l’agenzia note dell’ufficiale tecnico.

Altrove in Europa, il motivo era diverso. Paesi come Francia, Spagna e Germania scelgono una seconda dose di un vaccino diverso per coloro che hanno ricevuto un’iniezione di AstraZeneca.

Il cambiamento implica paure di Formazione di trombi (considerata rara) in alcune popolazionisoprattutto persone di età inferiore ai 60 anni.

READ  L'ex Jameh diventa atleta e raggiunge la vetta dell'Everest: 'Tutti hanno la forza interiore per raggiungere' | Bello

Recentemente, il cancelliere tedesco, Angela Merkel, una dose di chiacchiere, dopo la vaccinazione iniziale con AstraZeneca.

Anche senza consenso nella comunità scientifica, l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha affermato mercoledì scorso (23) che esiste una “buona base scientifica” per suggerire che la combinazione di sistemi immunitari contro il virus Covid-19 è sicura ed efficace.

La giustificazione del regolatore europeo è che tutti i vaccini a due dosi utilizzati nel blocco – Pfizer/BioNTech, Moderna e AstraZeneca – funzionano in modo simile, concentrandosi sulla proteina spinosa del coronavirus.

Tuttavia, l’EMA osserva che attualmente “non è in grado di formulare raccomandazioni definitive sull’uso di diversi vaccini covid-19 per le due dosi”.

Gli studi nel Regno Unito hanno già rilasciato dati preliminari sulla sicurezza. Sono stati analizzati i vaccini AstraZeneca e Pfizer.

I dati preliminari di interazione e sicurezza dello studio clinico Com-COV2 hanno mostrato che i partecipanti allo studio che hanno ricevuto vaccini diversi per la prima e la seconda dose hanno sperimentato un aumento del tasso di reazioni dopo la seconda dose rispetto a quelli che hanno ricevuto lo stesso vaccino per entrambe le dosi. vaccini misti, avevano maggiori probabilità di sviluppare febbre, brividi e febbre. , affaticamento, mal di testa, dolori articolari, malessere e dolori muscolari. Tuttavia, non vi era alcun trattamento in ospedale per questi sintomi e la maggior parte dell’aumento la reattività è stata osservata entro 48 ore dall’immunizzazione”, afferma l’MHRA.

La parte dello studio che esamina l’effetto della miscelazione dei vaccini sull’immunità dovrebbe essere rilasciata a breve.

In Brasile non è stata ancora considerata la possibilità di condividere i vaccini. Secondo Isabella Palalai, vicepresidente di SBIm (Società brasiliana per l’immunizzazione), “non c’è motivo ragionevole per iniziare con [vacina] Finisce con un altro”.

READ  Il Brasile cambia posizione e accetta di negoziare la sospensione dei brevetti sui vaccini - 06/08/2021

Nota che fin dall’inizio era possibile garantire che le persone fossero vaccinate con dosi dello stesso agente immunizzante e che i programmi di consegna fornissero una certa garanzia che ciò potesse essere mantenuto.