Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

È stata scoperta la testa in marmo di 2.000 anni del primo imperatore di Roma

Gli scavi archeologici in Italia hanno sorpreso gli archeologi
Foto: MIBACTmolise / Facebook

La testa in marmo di Augusto, il primo imperatore di Roma, ha 2000 anni ed è stata ritrovata nella città italiana di Izernia, nella regione centro-meridionale del Molise.

L’archeologo Francesco Giancola ha fatto la scoperta nel 2013 durante i lavori di restauro per riparare un muro intermedio crollato a causa di forti piogge. CNN, Questo giovedì (6), non si aspettava una scoperta così importante.

“Mentre stavamo scavando dietro il muro, ho visto che la terra aveva cambiato colore”, ha detto. “Abbiamo continuato a scavare con spatole di precisione ed è uscito un blocco di marmo. Ho subito visto che si trattava di una testa che ho riconosciuto appartenere alla statua di Augusto per la forma e il taglio dei capelli e degli occhi”, ha riferito.

Giancola ha detto di aver chiamato subito i funzionari, il sindaco e il ministero dei Beni culturali.

A 35 cm di altezza, può datare dal 20 a.C. al 10 d.C., ha detto Maria Dilletta, archeologa del dipartimento regionale del ministero a Colombo.

“È una statua importante, ma non sappiamo perché fosse qui”, ha detto CNN. “Potrebbe essere stato collocato in un tempio o foro dedicato al culto della famiglia imperiale. Ma queste sono solo ipotesi, perché non sappiamo dove fosse il foro”.

Alcuni dei suoi colleghi hanno pianto di gioia quando lo hanno scoperto, ha aggiunto Colombo, aggiungendo che questo è stato un momento in cui ha detto che sarebbe stata ricordata per sempre.

Colombo ha detto che la testa potrebbe essere stata staccata da una statua alta più di 2 metri. È realizzato con lo stesso marmo della Lunigiana utilizzato dall’artista rinascimentale italiano Michelangelo e raffigura il giovane Augusto Ottaviano, il primo imperatore di Roma nel 27 a.C.

READ  Presentato dalla rivista italiana Real Edifacio de Mafra - Azul-Ericira Mac | Il meglio di EriceiraAZUL-ERICEIRA MAG

Isernia, conosciuta anche come Ezernia nel mondo antico, faceva parte del popolo italiano noto come i Sanniti. Successivamente divenne una colonia romana. La città fu parzialmente distrutta durante la seconda guerra mondiale, ma fu ricostruita.

* Questa immagine è utilizzata solo con questo particolare articolo **
La testa della statua è stata scoperta durante gli scavi in ​​Italia
Foto: MIBACTmolise / Facebook

“Izernia ha una storia molto antica. Ci sono resti archeologici sotto l’intera città”, ha detto il sindaco della città Giacomo di Apollonio. CNN. “Si tratta di una scoperta molto importante per Isernia perché dimostra l’esistenza di edifici di particolare importanza”.

Il sindaco ha detto che gli scavi hanno portato alla luce tombe medievali vuote e manufatti in terracotta.
La testa è in esplorazione, de Apallonio e Colombo vogliono soggiornare al Museo Santa Maria delle Monac, dove sperano attiri più turisti.

“Anche Izernia, sebbene non sia una delle principali destinazioni turistiche, è stata l’area più ricca di storia sin dal Paleolitico”, ha detto de Apallonio.

Augusto costruì un impero che alla fine si espanse dal Regno Unito all’Egitto, e sul letto di morte si vantava di aver “scoperto che Roma era fatta di mattoni e lasciato il marmo”.

Leggi il testo tradotto nell’originale inglese Qui.