Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

L’Unione Europea approva il piano di ripresa economica multimiliardario italianoعاش

ROMA – L’Unione Europea ha dato il via martedì, a Roma, al massiccio piano di ripresa economica dell’Italia, il più grande pacchetto di ripresa del blocco, volto a rivitalizzare un’economia devastata dalla pandemia di coronavirus.

L’approvazione del pacchetto italiano segue l’approvazione, la scorsa settimana, di pacchetti provenienti da Portogallo, Spagna e Grecia.

L’Italia è il maggior beneficiario dell’enorme piano di rilancio europeo. Per accedere ai fondi collettivi, a carico di tutti i Paesi del blocco, Roma ha predisposto un programma di investimenti del valore di 222,1 miliardi di euro (1,3 trilioni di real brasiliani), di cui 191,5 miliardi di euro (1 trilione di real brasiliani) provenienti da fondi e oltre 30 miliardi di euro provengono dallo stesso governo italiano (177 miliardi di reais brasiliani).

Il piano dovrebbe durare tra il 2021 e il 2026 e per avere accesso alle risorse il governo guidato dall’economista Mario Draghi ha dovuto impegnarsi a realizzare una serie di importanti riforme, rispettando così i requisiti fissati da Bruxelles.

Il pacchetto di risanamento europeo è stata la prima volta che il debito del blocco è stato scambiato, ovvero tutti i paesi si sono impegnati a pagare per il recupero di alcuni. In pratica, questo significa trasferire risorse dai paesi del nord a quelli del sud.

Gli economisti comprendono che il successo dell’iniziativa collettiva dipende, in larga misura, da come i maggiori beneficiari – Italia, in primo luogo, e Spagna, in secondo luogo – utilizzano le risorse ricevute. Se gli investimenti vengono utilizzati in modo improprio, i paesi favorevoli all’austerità come i Paesi Bassi e l’Austria trarranno vantaggio politicamente dal non opporsi ai futuri trasferimenti di risorse.

READ  Lenovo e FC Internazionale Milano promuovono una partnership vincente

Lettera di possesso:Draghi presenta un programma europeista e ambientale e chiede unità per “ricostruire” l’Italia

L’impatto della pandemia sull’economia italiana, che è la terza più grande d’Europa, è stata molto grave. Il prodotto interno lordo è sceso dell’8,9% lo scorso anno, la peggiore recessione dalla seconda guerra mondiale.

Effetti: La pandemia ha aumentato i conflitti sociali nel mondo e rivela l’ordine che misura la pace su questo pianeta

L’ambizioso piano di investimenti si concentrerà su digitalizzazione, trasformazione verde e infrastrutture, in particolare nel settore ferroviario. Verrà data priorità anche all’occupazione delle donne e dei giovani, in quanto sono i primi a perdere il lavoro a causa della pandemia. Allo stesso modo, il pacchetto cercherà di rilanciare l’economia del “Mizogiorno”, i poveri e gli svantaggiati del sud del Paese.

“Riconosciamo che questa è un’opportunità unica nella vita”, ha affermato il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen di Cinecittà Film Studios, il motto del miracolo economico italiano del secondo dopoguerra.

La leadership di Mario Draghi, ex capo della Banca Europea, è vista come un elemento rassicurante per le entità europee. L’economista, che ha parlato nel suo discorso di una “nuova alba” per l’Italia, ha nominato quasi trenta commissari con poteri speciali per portare a termine 57 progetti infrastrutturali banditi dalla famosa burocrazia italiana, e ha emanato una serie di decreti per semplificare e semplificare le procedure.

e altro ancora: Mentre la crisi demografica peggiora a causa della pandemia, i paesi europei stanno adottando politiche per incoraggiare nuove nascite

“Oggi è un giorno di cui essere orgogliosi”, ha detto Draghi, celebrando l’approvazione del piano italiano da parte della Commissione europea e promettendo di spendere risorse “in modo efficiente e onesto”. – Abbiamo sviluppato un piano affinché il nostro Paese sia più equo, competitivo e sostenibile nella sua crescita.

READ  L'economia italiana non si riprenderà dalla pandemia fino alla fine del 2022

Von der Leyen ha affermato che la prima parte del finanziamento, 24 miliardi di euro, dovrebbe arrivare entro quattro settimane. Ha affermato che gli investimenti dovrebbero far crescere l’economia italiana dall’1,5% al ​​2,5% del PIL entro il 2026, creando 240.000 posti di lavoro.

– Sarà un momento molto difficile e la Commissione europea seguirà ogni passo. Il presidente della Commissione europea ha detto che se l’Italia è forte, l’Unione europea sarà forte.

Per Carlo Altomonti, professore di economia all’Università Bocconi di Milano (Nord), la pressione sull’Italia è enorme.

“Se il piano italiano fallisce, minaccerà l’intera politica economica europea”, ha detto all’AFP.