Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Miguel Falabella si prepara per la prima di “Venezia”

Nel giugno 2020 Miguel Falabella ha lasciato Globo, dopo 40 anni in azienda. Invece di brontolare, approfitta dell’orizzonte aperto della diversificazione: quando termina un anno senza un contratto fisso, l’attore, regista e sceneggiatore elenca una serie di progetti completati o vicini alla fine, come una traduzione. Da un libro per bambini, la creazione di una serie per la trasmissione, la versione illustrata di una delle sue opere teatrali, e infine la prima della sua opera più importante, il film Venezia.

“È un’opera che segna la maturità dell’artista”, commenta commosso. Infatti, se ha debuttato come regista nel 2008, con Polaroid urbano, è stato il primo esercizio di linguaggio cinematografico, e ora Falabella sta compiendo un cambio di paradigma, realizzando un lungometraggio caratterizzato da una narrativa sofisticata, ispirata a maestri come Federico Fellini e Luchino Visconti. La prima è prevista per il 17, Venezia Il film è incentrato sulla storia di Gringa, proprietaria di un bordello nell’interno del Brasile, che sogna, anche se cieca e malata, di recarsi nella città italiana, dove crede di trovare un amante che ha lasciato in gioventù . Con l’impossibilità finanziaria di soddisfare questo desiderio, i suoi amici simulano il viaggio con l’aiuto di artisti circensi, usando un costume e deliziandola.

“È un film poetico ispirato ai miti latini, che ti permette di riempire la tua vita di metafore”, dice Falabella, che ha usato un’opera teatrale dell’argentino Jorge Acami per scrivere la sceneggiatura. “La versione originale è breve, quindi ho apportato alcune modifiche, ad esempio una trama secondaria su una ragazza squillo che si innamora di un ragazzo che sogna di essere trans e diventa eretto quando si veste da donna”.

La pistola è diventata un buon prodotto grazie al mix di talenti coinvolti. A cominciare dal cast – Base Dera Il direttore del bordello vive ed è assistito dal giovane Eduardo Moscoves. I ruoli delle prostitute sono stati distribuiti a Daniel Wenitz, Carol Castro, Laura Lobo e Maria Eduarda de Carvalho. Donne che faticano a sognare e a vivere scene sensuali, come Falabella rende omaggio alle cantanti, soprattutto italiane. “I seni sono un’ode al piacere”, dice, per il ruolo di Gringa, aveva bisogno di un’attrice straniera.

“Poiché ho lavorato molto in Argentina, la mia prima scelta è stata Norma Alejandro, una vera cantante, ma a quel tempo (2019), 83 anni, non si sentiva a suo agio e mi ha suggerito un collega con cui condivide lo stesso agente artistico: la spagnola Carmen Mora”, ricorda Falabella, che, nonostante la sua incredulità, inviò la sceneggiatura all’attrice che segnò l’inizio della sua carriera. Pedro Almodóvar. “Con mia grande sorpresa, ha chiamato pochi giorni dopo per dire che avrebbe accettato il ruolo. Carmen era affascinante, ancora nei suoi occhi lo scintillio della Movida Madrid”, osserva del movimento controcultura che ha scosso Madrid negli anni ’70, nel post -Franco transizione.

READ  Attori amici che sono morti e fan non lo sapevano

Nonostante gli attori eccezionali, il progetto non ha trovato finanziatori, la maggior parte dei quali temeva che il film avrebbe caratterizzato le prostitute come eroi. Chi ha rivelato il senso artistico è stato Julio Ochoa, che ha abbracciato il compito. Tuttavia, con la produzione in esaurimento – c’erano solo 28 giorni di riprese, sono stati distribuiti in luoghi come Quissamã (RJ), Montevideo (Uruguay), Rio e Venezia, dove sono stati girati per tre notti.

Tuttavia, il film porta la magia nei colori forti della rappresentazione di Gustavo Hadba, specialmente nelle scene magiche in cui Gringa si immagina a bordo di una gondola in Venezia, una simulazione fatta da amici che la cecità non permetterà loro di scoprire. “È un mondo pieno di colori in mezzo a una vita dura”, osserva Falabella che, insieme a Fellini, ha portato i riferimenti di un altro grande regista italiano., Luchino Visconti, specialmente dal suo lungo senso – seduzione della carne. “Quando oggi recensisco Venezia, ho l’impressione che tutti i personaggi siano già morti, era solo un ricordo di una parte della storia. Ci sono così tanti strati, il che mi rende orgoglioso di questo lavoro e mi rende più fiducioso che otterrà il riconoscimento con il tempo.”

Mentre si preparava per la prima del film, Falabella è stato diviso in altri progetti. Come creare un serial o il coro Per Disney+, sui giovani talenti in cerca di celebrità nel teatro musicale. I protagonisti saranno nove e il cast includerà già nomi come Sarah Sarris, Guilherme Magon e Danielle Rangel. “Voglio rendere omaggio alla musica brasiliana e ogni episodio sarà dedicato ad argomenti come Jovem Guarda, i festival della canzone, il rock degli anni ’80 e Sertanejo”. L’inizio delle iscrizioni è previsto per agosto. Nel programma dell’attore/sceneggiatore, c’è ancora un vuoto per prendersi cura del suo adattamento teatrale مسرح audio e clip, a cura di Alessandra Maestrini, su un altro progetto Disney+

Intanto Falabella cerca gli ultimi dettagli per finire Brown – Musical, una performance di Jô Santana sulla vita del ballerino di samba Alcione. Ci sono state molte conversazioni per aiutare con l’itinerario, durante i viaggi a Maranhão. Falabella ride, riferendosi alle storie d’amore del cantante: “Alcione è grande, ma non è nemmeno facile, alcuni dettagli non li tralasciamo”.

READ  Daniel Rocha vive un giovane gay al cinema: "Prendersi cura di sé non è fare caricature" - Marie Claire Magazine

Nel programma dell’attore/sceneggiatore, c’è ancora un vuoto per prendersi cura del suo adattamento teatrale مسرح audio e clip, scritto appositamente per Alessandra Maestrini e Myrna Rubim, cantanti e attrici con un primato canoro, nel 2017. Sarà un altro progetto di Disney+, che lo trasformerà in una serie di 10 episodi.

Il suo gusto per svelare i segreti del linguaggio lo ha convinto a tradurre Gli scherzi di Pedro Coelho (Ciranda Cultural), un classico per bambini della britannica Beatrix Potter, il cui brano ha ispirato Miss Potter. Sebbene il testo sia rivolto ai bambini, l’autore ha causato molte insidie ​​linguistiche. Spiega Falabella, che attualmente si sta occupando di un altro progetto chiamato Querido Mundo che secondo lui è solo una “passeggiata tra le specie”. Per lui il tempo non ha limiti.

Recensione: Un film pieno di bellezza e magia, che non sembra niente

La morte di Paulo Gustavo, per mano del Covid, ha suscitato un putiferio nel Paese. Paulo è stato paragonato a Leyla Deniz, cosa che ha fatto alle donne della sua generazione, come ha fatto alla comunità LGBTQIA+. È stato ridefinito come artista. Molte persone hanno scoperto una qualità che è passata inosservata quando pezzo di mamma 3 È passato come un bulldozer attraverso il botteghino. Miguel Falabella è stato anche un punto di riferimento come popolare artista teatrale e televisivo.

Come attore cinematografico, ha lavorato con l’autore brasiliano più esperto, Julio Bressan, in Cleopatra. Ho provato la direzione, ma Polaroid urbano non eccitato. Le commedie incentrate su personaggi femminili sono in qualche modo respinte come esempio dell’interscambio di estetica tra cinema e televisione. Sta succedendo qualcosa ora con VeneziaIl suo lungometraggio in concorso a Gramado nel 2019. Venezia Ha vinto due miserabili Quiquitos Awards, uno per la migliore direzione artistica e uno per l’attrice non protagonista Carol Castro, che è una spaccatura.

Improbabile Venezia Entra in una vittoriosa carriera sullo schermo. La gente ha ancora troppa paura per tornare al cinema. La scommessa deve essere nelle altre finestre. Se Venezia Dovrebbe essere paragonato ad altri film in cui potresti essere con lui Lisbella e il prigioniero, di Joel Aris, per L’esplosione dell’estetica. Ma la verità è che Venezia È diverso da qualsiasi cosa nell’attuale cinema brasiliano. È un film sugli UFO pieno di magia e bellezza. Il mago dei suoi quadri è Gustavo Hadba.

READ  Chi vota per chi? Guarda cosa può definire il muro successivo

Immediatamente, il film, tratto da una commedia, rivela già il suo incantesimo. Alzandosi ai piedi di una donna sull’erba, la telecamera si posa sul viso stordito di Carmen Mora. Lei è Gringa, una vecchia puttana e proprietaria di un bordello. I pensionati vengono in suo soccorso. Gringa, mezzo matto e cieco, urla: “Voglio andare alla pistola!” In passato fu l’amante dell’italiano Giacomo a tradirlo. Lui, perché la ama, promette che la aspetterà – a Venezia, dove ora vuole andare. Il problema è la mancanza di soldi.

Falabella ha sicuramente visto molta commedia italiana. Meno di Federico Fellini, il suo bordello ha molta rappresentazione di P… di Lina Wertmüller. Il circo è, sì, una rappresentazione sughera. Lì uccide de Moskowitz, un membro della famiglia, che commercia in lavoretti per il sesso libero, la farsa. The Play Inside the Circus – Il vecchio melodramma di Madame X, la donna che ha abbandonato la sua famiglia e sarà accusata dal figlio di un avvocato senza sapere chi sia. r … di buon cuore piangi. Du ha immaginato la strada per andare in Italia.

È associato a Dira Paes e tra le altre ragazze ci sono Carol Castro e Daniel Wenitz. Carol ha una relazione con un ragazzo vestito da donna per fare sesso con lei. Questo giovane ha un padre autoritario e sessista, il tocco accattivante nella trama che ha perseguitato il regista per più di dieci anni. Il viaggio a Venezia diventa una trovata e un’illusione. Un viaggio di amore e sesso. Tutto è rappresentazione. Un altro teatro – melodramma – nel circo. Falabella, questa volta, aveva ragione. Carmen Mora Almodovarian ha interpretato il ruolo di Gringa, un ruolo che – permettendo al giornalista di divertirsi – potrebbe essere interpretato da Fernanda Montenegro. Quanto a Venezia, porta fortuna al cinema brasiliano. Nel 1957, la città dei canali è stata ricreata in studio, da Fernando de Barros, in un’auto di Dercy Gonçalves, Uma Certa Lucrezia. / Luis Carlos Merten