Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Unione Europea, vaccinazione. E Bolsonaro dice che la Cina crea la vita

Postato il 16/05/2021 alle 06:00

(Credito: Gomez)

Di Sasha Calmon – avvocato

Giovanni Legorano di Dow Jones Newswires ci fornisce aggiornamenti sull’epidemia. L’aumento del numero di casi di COVID-19 registrato in Europa in questo secondo trimestre sta perdendo vigore, poiché la vaccinazione inizia ad accelerare, alimentando le speranze che l’economia della regione possa riaprire su larga scala prima dell’estate, nel terzo trimestre. A differenza di Stati Uniti (USA), Regno Unito e Israele, che in qualche modo hanno controllato l’epidemia grazie a vaccinazioni rapide e diffuse, l’Europa ha dovuto affrontare un aumento del numero di infezioni alla fine dell’inverno (primo trimestre), mentre ha lottato per ottenere vaccini.

Aumento della distribuzione di vaccini negli Stati membri dell’Unione europea (UE), rimuovendo gli ostacoli burocratici e logistici che inizialmente hanno ostacolato gli sforzi di vaccinazione e rapidamente ampliato l’accesso ai vaccini. Nel frattempo, chiusure, coprifuoco e altre restrizioni implementate a marzo e aprile hanno iniziato a ridurre il numero di casi, aumentando la probabilità che la vita torni alla normalità prima delle vacanze estive, essenziali per l’economia della regione.

A partire dal 2 maggio, gli stati membri dell’Unione Europea hanno implementato 33,6 dosi per 100 persone, secondo i dati dell’Università di Oxford – meno della metà dei numeri nel Regno Unito e negli Stati Uniti, ma un grande salto rispetto al mese scorso e più della maggior parte. Paesi in via di sviluppo. Le infezioni quotidiane nell’Unione europea sono diminuite dall’inizio di aprile e le morti quotidiane legate al Coronavirus hanno iniziato a diminuire a metà aprile, secondo i governi. L’effetto dovrebbe iniziare a manifestarsi non appena il 40-60% delle persone ha ricevuto almeno una dose, cosa che può verificarsi alla fine di maggio, il che accelera la caduta dell’infezione. Nei tre mesi fino a giugno, l’Unione europea prevede di ricevere 400 milioni di dosi, di cui 250 milioni dai leader di produzione: BioNTech e Pfizer.

READ  Programmazione televisiva nazionale aperta la domenica • Paraíba Online

“Quello che è successo negli ultimi mesi è che siamo riusciti ad aumentare la quantità di vaccini che produciamo e forniamo all’Europa”, ha detto al Wall Street Journal il co-fondatore di BioNTech Ugur Shaheen. “Si prevede che le vaccinazioni avranno un impatto sui tassi di infezione in Europa entro la fine di maggio”. Consentire ai governi di allentare alcune regole imposte quando i vaccini erano scarsi. La differenza con il Brasile è enorme. Qui il presidente attribuisce alla Cina la capacità di creare la vita. La accusa di aver creato il virus. Mancava solo questo!

In Germania, ad esempio, inizialmente i vaccini erano disponibili solo presso i principali centri di vaccinazione e le persone dovevano essere invitate a farsi vaccinare. A partire da metà aprile, i medici possono somministrare i vaccini nei propri uffici. A Berlino, ad esempio, chiunque può ora ricevere il vaccino AstraZeneca. Di conseguenza, vengono applicate più di 600.000 dosi a settimana. Un modello dell’Istituto ZI, che è collegato al Ministero della Salute tedesco, prevede che metà degli aventi diritto riceverà un vaccino entro la fine del mese e due terzi entro metà giugno.

La scorsa settimana, la Francia ha aperto le vaccinazioni contro il Covid-19 a un gruppo più ampio di tutti gli adulti obesi. Il presidente Emmanuel Macron ha detto che la vaccinazione sarà aperta a tutti gli adulti dal 15 giugno. Alcune aree sono dietro. La scorsa settimana, il sindaco di Cannes, in Costa Azzurra, ha detto che la città inizierà a vaccinare chiunque abbia più di 40 anni.

In Italia, a fine aprile, il generale Vigliolo ha aumentato il numero di dosi giornaliere fino a raddoppiare la media all’inizio di quel mese. Ha in programma di aumentare questo numero a giugno. Circa il 22% della popolazione italiana ha già ricevuto almeno una dose. L’obiettivo del generale Figliolo è vaccinare l’80% della popolazione entro la fine del secondo semestre. Con le prove che dimostrano che l’ultima ondata di infezioni ha raggiunto il picco e con l’avanzare delle vaccinazioni, i governi europei sono ansiosi di riaprire le loro economie.

READ  Riprendendo da due decenni perduti - O Jornal Económico

Il numero settimanale di nuovi casi di Covid-19 in Germania ha iniziato a diminuire solo la scorsa settimana per la prima volta dalla fine di febbraio, quindi il paese non sta allentando il blocco. Ma ieri il governo si è mosso per esentare completamente le persone che sono già state vaccinate da alcune restrizioni, come la necessità di fare il test prima di recarsi nei saloni di bellezza o attività commerciali ritenute non necessarie, oltre ai requisiti di quarantena per i viaggiatori.

Ma alcuni funzionari avvertono che i governi dovrebbero essere cauti e graduali nella loro riapertura e che devono essere pronti a chiudere di nuovo tutto se nuovi tipi di virus si dimostreranno in grado di eludere la protezione fornita dai vaccini attuali. Questa regione del mondo copre circa 500 milioni di persone, più del doppio del Brasile. Quindi, nonostante il conglomerato di oltre 25 paesi, l’organizzazione ha superato il Brasile, il che ci rende gelosi.