Giornale Siracusa

Ultime notizie, immagini, video e rapporti speciali dell'Italia da The Economic Times. Blog Italia, commenti e notizie d'archivio

Zico Graziano scrive che il negazionismo persiste anche con i progressi della scienza

Cosa spinge alcuni a negare il progresso della scienza e a disprezzare la comunità tecnologica?

È diventato di moda in questi giorni associare la “negazione” a coloro che disprezzano la dura lotta contro il COVID-19. Sembra ragionevole. Tuttavia, la conoscenza scientifica è stata attaccata da quando l’Illuminismo ha rimosso l’oscurità della conoscenza nel Medioevo. Cito 3 esempi.

Le prime smentite furono religiose. Basta guardare la reazione della Chiesa cattolica alle scoperte astronomiche di Galileo Galilei, condannato e condannato per eresia. L’Inquisizione dichiarò, nel 1616, che l’eliocentrismo “sciocco e assurdo”. L’idea del moto circolare della Terra è stata giudicata “Un errore di fede”.

Chi studia lo sviluppo tecnologico ha familiarità con il “ludismo”, un movimento politico di lavoratori che si è verificato in Inghilterra all’inizio del XIX secolo. Guidati da artigiani, distrussero i telai meccanici e reagirono violentemente alle nuove macchine che li minacciavano. lavoro manuale.

Nel 1998, il dottor Andrew Wakefield, a Londra, ha presentato una ricerca preliminare che collega il triplo vaccino MMR – rosolia, rosolia e parotite – all’autismo nei bambini. Inserito in rispettabile bisturiHa causato disordini in tutto il mondo.

Anni dopo, si scoprì che il presunto articolo scientifico era un falso. I dati forniti erano errati. Le indagini hanno mostrato che Wakefield ha ottenuto denaro da uno studio legale interessato a raccogliere un risarcimento per coloro che soffrono di malattie infantili. Vale la pena conoscere questa triste storia attraverso le parole del mondo Natalia Pasternak.

Come si può vedere, ci sono diverse dimensioni nell’atteggiamento di negazione. Ma la cosa peggiore è la ragione ideologica. I gruppi nazisti negano l’Olocausto ebraico di Hitler; I comunisti nascondono le atrocità commesse da Stalin contro i contadini russi.

READ  Perché appannare i finestrini dell'auto e lo specchio del bagno?

I tempi sono cambiati, ma persistono atteggiamenti non scientifici, guidati da un misto di conservatorismo, ideologia, politica, religione e credenze, sempre carichi di follia. È intrigante, anche se tragico.

L’infedeltà scientifica può essere stata accettabile in passato ed era preferita dall’ignoranza. Ma come mai, nel ventunesimo secolo, con così tante informazioni a disposizione, ci sono ancora persone che dubitano dell’efficacia dei vaccini, siano essi contro il nuovo coronavirus o contro altre malattie?

Politicamente è complicato. Nella pandemia di covid-19, la posizione della negazione è legata alla posizione politica della “destra”, mettendo la “sinistra” a favore della scienza. Adatto, in questo caso. Perché in altri casi l’equazione politica è invertita: i gruppi di sinistra, ad esempio, rifiutano i progressi tecnologici dell’agricoltura e sostengono un modello di produzione alimentare simile a quello dei contadini medievali.

La pseudoscienza sta influenzando la medicina oggi come mai prima d’ora. Nel SUS (Sistema Sanitario Unificato), il cosiddetto “Pratiche integrative e complementari“Aggiunge fino a 29 trattamenti, tra cui aromaterapia, agopuntura, omeopatia, fiori di Bach, ozonoterapia e Reiki. Paga con denaro pubblico.”

Le persone più qualificate, che non usano SUS, godono di una costosa medicina “molecolare”. Altri, più alternativi, preferiscono curare il cancro con una dieta generale; Quelli, i più famosi, hanno deciso di mangiare la placenta dei loro figli. Perché tutto questo, nessuna scienza l’ha scoperto.

La dottrina della negazione deve essere separata dalle controversie scientifiche. Questi sono comuni nelle prime fasi della conoscenza dei fenomeni della realtà, fino a quando la teoria non viene convalidata e prevale su altre spiegazioni. La protezione dell’ambiente per il cambiamento climatico sembra vivere il momento.

READ  "Siamo noi a determinare quando giocare".

Nella scienza, la verità è sempre la verità ultima. La conoscenza scientifica può essere negata, disprezzata e persino distorta, ma nulla di tutto ciò influisce sul corso della civiltà. Viviamo molto meglio oggi che in passato.

Qualcuno lo nega?

Continua a leggere